In Valle d’Aosta, alla scoperta dell’incantevole Breuil-Cervinia

Breuil-Cervinia è una delle mete invernali più gettonate, non solo per lo sci. Ecco cosa visitare in questa celebre località della Valle d'Aosta

Siamo a Breuil-Cervinia, frazione del comune di Valtournenche che, insieme a Courmayer, è la località sciistica più famosa della Valle d’Aosta.

Situata a 2000 metri d’altitudine, circondata da un imponente anfiteatro di montagne dominato dal Monte Cervino (4478 metri), Breuil-Cervinia, con i suoi 350 km di piste e un comprensorio tra i più vasti dell’intero arco alpino che la collega a Valtournenche e Zermatt, è una delle mete più gettonate soprattutto in inverno.

Le sue origini risalgono a più di 200 anni fa, quando la natura incontaminata dominava i piedi del Cervino e la Conca del Breuil era un immenso pascolo alpino, raggiungibile solo dopo lunghe ore di cammino a piedi.“Breuil” in patois significa “terra di molte acque” proprio a indicare gli innumerevoli laghi e torrenti che caratterizzavano la zona, in cui un enorme prato verde estivo, in inverno, si trasformava in un’infinita distesa di neve e il paesaggio era dominato da maestose montagne…luoghi da sogno, tanto che già alla fine del 1700 gli alpini tentarono la scalata del Cervino e numerosi studiosi affrontarono i sentieri che conducevano al Breuil.

BREUIL 2Negli anni 30 le costruzioni della Conca del Breuil erano davvero poche: la chiesetta, un bar, un paio d’alberghi e qualche villa privata. Nel 1934 venne fondata la Società Cervino e nel 1936 fu realizzata la prima funivia Breuil-Plan Maison, dando il via a quello che è diventato uno dei maggiori comprensori internazionali di sci, contraddistinto, ancora oggi, per la sua innovazione tecnologica sempre all’avanguardia. Ma Breuil-Cervinia non è solo sci. Tanti gli sport che si possono praticare: golf, piscine, pista di pattinaggio, maneggio, scuola di parapendio, mountain bike e trekking.