Incidente aereo Colombia: amputata gamba destra al portiere Follman, superstite della tragedia

Il disastro aereo avvenuto ieri in Colombia ha distrutto la squadra di calcio del Chapecoense e ha lasciato 71 morti

LaPresse/Reuters

Al portiere brasiliano Jackson Follman, uno dei sei sopravvissuti del disastro aereo avvenuto ieri in Colombia, che ha distrutto la squadra di calcio del Chapecoense e ha lasciato 71 morti, è stata amputata una gamba, come rivelato da fonti ufficiali.
L’Hospital San Vicente Fundación del municipio di Rionegro, vicino al luogo dove l’aereo della compagnia boliviana, Lamia – caduto quando mancavano pochi minuti all’atterraggio – ha confermato che per la gravità delle lesioni il portiere ha perso la gamba destra. “Con l’espressa autorizzazione della famiglia del paziente Jackson Follman, l’ospedale informa che il giocatore ha subito un intervento chirurgico, una procedura con cui gli è stata amputata la gamba destra“, ha spiegato il centro medico in comunicato.
Inoltre, nel testo firmato dal direttore medico, Ferney Rodriguez, viene spiegato che il 24enne “è in fase di stabilizzazione in terapia intensiva” e “tutto gli sforzi sono concentrati su un suo rapido recupero“.
La famiglia ci ha chiesto di divulgare queste informazioni in modo che gli siano inviate le migliori energie e preghiere per la sua guarigione“, ha detto. La tragedia è avvenuta nella notte di lunedì quando l’aereo, un volo charter partito da Santa Cruz de la Sierra in Bolivia, è precipitato in una zona conosciuta come ‘Cerro Gordo’, nel comune di La Union, nel dipartimento di Antioquia. Le autorità di soccorso hanno confermato che i corpi di 71 persone sono stati recuperati mentre tre giocatori, due membri dell’equipaggio e uno dei 22 giornalisti che erano a bordo sono ricoverati nei centri medici nelle vicinanze. (AdnKronos)