Incidente aereo in Colombia: le tragedie dello sport, da Superga a Medellin

L'incidente aereo di oggi in Colombia non è purtroppo la prima tragedia aerea che coinvolge il mondo dello sport

LaPresse/EFE

L’incidente aereo di oggi in Colombia, che ha provocato la morte di quasi tutti i giocatori della squadra brasiliana di calcio di serie A Chapecoense, non è purtroppo la prima tragedia aerea che coinvolge il mondo dello sport. Ecco una serie degli episodi più gravi, a partire dal dramma di Superga:

  • 4 maggio 1949: l’aereo che trasporta l’intera squadra del Torino si schianta contro il muraglione della basilica di Superga, che sovrasta il capoluogo piemontese. Nell’incidente, dovuto alla nebbia e al maltempo, muore l’intera squadra, allora una delle più forti del mondo, vincitrice in Italia di cinque scudetti consecutivi. I giocatori del Torino, quasi tutti membri della nazionale italiana, tornavano da Lisbona, dove avevano disputato un’amichevole con il Benfica.
  • 27 ottobre 1949: il pugile francese Marcel Cerdan muore assieme ad altre 47 persone in un incidente aereo alle Azzorre mentre si sta recando negli Stati Uniti per disputare il titolo mondiale contro Jack la Motta. All’epoca fidanzato con la cantante Edith Piaf, Cerdan era un star in Francia.
  • 6 febbraio 1958: di ritorno da una partita a Monaco, l’aereo con a bordo la squadra del Manchester United, campione d’Inghilterra, fa scalo a Belgrado. Sta nevicando e l’aereo si schianta sul bordo della pista mentre tenta il decollo. Muoiono 20 passeggeri, fra cui otto calciatori.
  • 15 febbraio 1961: un aereo si schianta all’atterraggio all’aeroporto di Bruxelles. Muoiono tutte le 72 persone a bordo, fra cui 18 membri della squadra americana di pattinaggio artistico diretti ai campionati del mondo a Praga.
  • 28 gennaio 1966: l’aereo con a bordo sette nuotatori della squadra olimpica italiana si schianta all’atterraggio all’aeroporto di Brema. Muoiono tutte le 42 persone a bordo.
  • 26 settembre 1969: di ritorno da una partita a La Paz, i giocatori della squadra boliviana The Strongest muoiono in un incidente aereo a Viloco, sulle Ande boliviane. I morti furono in tutto 74.
  • 13 ottobre 1972: un aereo charter con a bordo 42 persone, fra cui giocatori del club di rugby cileno Old Rugby si schianta sulla Cordigliera delle Ande. Sopravvivono in 27, ma vengono successivamente decimati dal freddo, la fame e una successiva valanga. I soccorsi arriveranno solo dopo 72 giorni, grazie a due giocatori della squadra partiti a cercare aiuti. Solo 16 persone sopravvissero, anche perché si nutrirono dei corpi dei compagni di sventura defunti. La vicenda ebbe vasta eco e fu raccontata in libri e film.
  • 8 dicembre 1987: l’intera squadra di calcio peruviana Alianz Lima muore in un incidente aereo sul Pacifica di ritorno da una partita nella località peruviana di Pucallpa. I morti sono in tutto 43, sopravvive solo il pilota.
  • 27 aprile 1993: l’aereo con a bordo l’intera squadra nazionale dello Zambia prende fuoco dopo uno scalo a Libreville e precipita nell’Oceano Atlantico. La squadra era diretta a Dakar, in Senegal per le eliminatorie in vista della Coppa del mondo 1994.
  • 7 settembre 2011: l’intera squadra russa di hockey Lokomotiv Iaroslav perisce in un incidente aereo al decollo dalla città di Iaroslav. Della squadra fanno parte anche giocatori svedesi, cechi, canadesi e slovacchi.
  • 10 marzo 2015: tre campioni sportivi francesi muoiono nello scontro fra due elicotteri in Argentina durante le riprese del reality televisivo Dropped. Si tratta della nuotatrice Camille Muffat, della velista Florence Arthaud e del pugile Alexis Vastine.

(AdnKronos)