Innovazione: al via #ZeroHackathon alla FAO

Si è aperto oggi alla FAO #ZeroHackathon, appuntamento che chiama a raccolta i giovani 'Archimede' da tutto il mondo

fao earth

Ben 160 ragazzi, 20 gruppi interdisciplinari, cinque sfide, una giuria, tre giorni di brainstorming. Obiettivo: elaborare proposte progettuali innovative, multimediali e creative che possano rappresentare soluzioni concrete alle questioni più attuali dell’Agenda Onu per lo Sviluppo, a partire dal tema del World Food Day 2016: “Il clima sta cambiando, il cibo e l’agricoltura anche”. Con questo messaggio si è aperto oggi alla FAO #ZeroHackathon, appuntamento che chiama a raccolta i giovani ‘Archimede’ da tutto il mondo per dare voce alle loro idee e rispondere alle emergenze del nostro pianeta e che è stato premiato con la medaglia del Presidente della Repubblica. lla Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, che organizza l’appuntamento, ha voluto ringraziare Mattarella nel suo discorso di apertura, incoraggiando i ragazzi a trovare soluzioni innovative e a credere, con passione, che le loro idee possano fare la differenza. La competizione, che proseguirà interamente alla FAO fino al 2 dicembre, è stata organizzata dalla Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (Sioi-Una Italy) in collaborazione con il Movimento Studentesco per l’Organizazzione Internazionale (Msoi-Unya-Italy) e le Missioni Diplomatiche degli Stati Uniti d’America in Italia con il sostegno della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia e il supporto tecnico dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO). Clima, cibo e agricoltura, generazione ‘fame zero’, politiche alimentari, urbane e rurali, crimini ambientali e preservazione della specie marine sono le sfide che i giovani protagonisti (dai 18 ai 30 anni) si troveranno ad affrontare, misurando la loro creatività e capacità di dialogo e di team working. Ma anche portando con sé il contributo culturale e di esperienza proprio dei Paesi di provenienza: Afghanistan, Austria, Azerbaigian, Burkina Faso, Croazia, Egitto, Germania, Grecia, India, Kazakistan, Montenegro, Pakistan, Palestina, Serbia, Spagna, Ungheria, Togo, Tunisia. La maratona delle idee si chiuderà il 2 dicembre alle 12 presso la Red Room della FAO con la premiazione da parte della giuria dei tre gruppi che avranno fatto emergere maggiormente creatività, innovazione, interdisciplinarietà e capacità di impatto nei loro progetti multimediali. (AdnKronos)