“La forza dell’amore. In ricordo di Daniele”: in un libro la testimonianza della madre simbolo della lotta all’AIDS

Il volume offre inoltre informazioni per conoscere e prevenire l'Aids e ripercorre gli anni Ottanta quando ancora erano forti i pregiudizi legati alla malattia

La testimonianza di una madre, le sue lotte, l’adozione come forma di grande amore incondizionato, l’impegno sociale in risposta al dolore. Ma anche i sogni di un bambino, le sue paure, il confronto con una sofferenza conosciuta troppo presto. Antonietta Parisi – la Mamma di Daniele, come la chiamano in tanti a Latina, la città dove questa tenace signora vive e dove viveva suo figlio – è diventata con sua la storia una donna-simbolo della lotta contro l’Aids, il male che nel ’99 s’è portato via giovanissimo il figlio adottivo sieropositivo dalla nascita. La sua è una storia che rivive anche nel libro “La forza dell’amore. In ricordo di Daniele” grazie all’autrice, Cerasella Da Ros, che ha messo a raccolta frasi, ricordi, aneddoti e racconti di mamma Antonietta. Il libro, giunto alla sesta ristampa, ha fatto breccia nel cuore delle lettrici e dei lettori e anche per l’anno 2016, dopo la vittoria del 2015, si aggiudica il titolo di best seller della C1V Edizioni, la casa editrice che lo ha pubblicato. Un riconoscimento ufficializzato alla vigilia del primo dicembre, Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, e che si concretizzerà in un premio per l’associazione “In ricordo di Daniele Onlus” presieduta da Antonietta Parisi.

In questo libro c’è tutta la forza dell’amore. Anche quello dei medici e degli infermieri che hanno curato Daniele. Nella sua prefazione, il noto immunologo Fernando Aiuti sottolinea gli sforzi per prolungare il più possibile quella giovane vita in attesa di farmaci pediatrici arrivati quando ormai era troppo tardi. Sforzi che comunque – spiega Aiuti – hanno consentito a Daniele di diventare “il primo malato di Aids in Italia a riuscire a superare i quindici anni di vita”.

Il volume offre inoltre informazioni per conoscere e prevenire l’Aids e ripercorre gli anni Ottanta quando ancora erano forti i pregiudizi legati alla malattia. Ma non solo. C’è anche spazio per i sogni, le gioie di Daniele, il suo incontro con Michael Jackson sul palco di un affollatissimo stadio “San Siro”, l’incontro con Madre Teresa di Calcutta e con Renato Zero, il cantante preferito di questo ragazzino dagli occhi neri, carichi di profondità e intelligenza.

Il libro traccia poi l’impegno sociale che mamma Antonietta porta avanti con l’associazione “In ricordo di Daniele Onlus” per tenere viva la memoria di suo figlio. Tante infatti le iniziative andate in porto: ad esempio, borse di studio per diversi istituti scolastici di Latina, aiuti alla ricerca e le raccolte fondi per l’acquisto di strumenti destinati ad alcuni ospedali come il “Santa Maria Goretti” di Latina e l’Istituto nazionale per le malattie infettive “Spallanzani” di Roma.

Anche “La forza dell’amore. In ricordo di Daniele” contribuisce a dare una mano ad Antonietta Parisi: da sempre infatti i diritti dell’autrice sono devoluti all’associazione. E un ulteriore aiuto arriverà dal “Premio Best Seller 2016”. C1V Edizioni, infatti, devolverà alla onlus la somma di 100 euro e venti copie del libro che daranno nuova linfa alle campagne solidali.

Queste le parole dell’editrice Cinzia Tocci: “Siamo lieti di assegnare il “Premio Best Seller 2016” all’associazione di Antonietta Parisi. Una scelta in linea con quella di tante lettrici e di tanti lettori che hanno voluto condividere questa storia di vita vera apprezzando l’impegno di questa madre e credendo nelle finalità solidali del libro. Finalità ispirate a un modello di editoria a carattere sociale che da sempre C1V Edizioni porta avanti”.