Maltempo: nel torinese danni per milioni di euro

I danni del maltempo in Piemonte sono notevoli, specie all'agricoltura: nel torinese ammontano a milioni di euro

I danni del maltempo in Piemonte sono notevoli, specie all’agricoltura: nel torinese ammontano a milioni di euro. Il 40% delle aziende agricole a Moncalieri risulta  sommerso da acqua e fango, mentre nelle valli i problemi sono legati soprattutto alle infrastrutture. E’ quanto risulta di aprimi accertamenti della Cia di Torino. “Come temevamo già nelle prime ore, il conto finale provocato dall’ondata d’acqua che ha investito campi e aziende agricole solo in questa zona potrebbe ammontare ad alcuni milioni di euro”, commenta il presidente provinciale della Cia, Roberto Barbero. “A Moncalieri dove è arrivato il fango, le colture ancora in campo sono perdute e bisognerà lavorare a lungo per togliere tronchi, massi e detriti e rendere i terreni nuovamente coltivabili. Moltissime aziende stanno denunciando strutture inagibili, perdita delle scorte e gravi danni a macchinari e attrezzature. Alcuni associati hanno perso automezzi e macchine agricole per il valore di decine migliaia di euro”.

“Tra i nostri associati – continua Barbero – abbiamo verificato le situazioni più gravi nel settore orticolo e nei vivai, con la perdita completa delle colture, sulla sponda destra del Po in via Tiro a Segno e Strada Genova, fino in Strada Revigliasco, mentre per quanto riguarda l’area di esondazione del Chisola, abbiamo aziende in grossa difficoltà in zona Tetti Rolle. Le imprese stanno producendo un inventario scrupoloso per permetterci di stimare i danni in previsione della richiesta di stato di calamità. Abbiamo preso contatto con il Comune di Moncalieri e ci attiveremo presso la Regione e in tutte le altre sedi competenti per assicurare risposte rapide e tempi certi a chi è stato danneggiato”.