Previsioni Meteo: forte ondata di maltempo al nord/ovest, Effetto Stau potenzialmente rischioso

Previsioni Meteo: settimana critica al Nordovest dove le umide e miti correnti sciroccali determineranno precipitazioni insistenti e abbondanti

Settimana critica al Nordovest dove le umide e miti correnti sciroccali determineranno precipitazioni insistenti e abbondanti, incrementate anche dall’effetto stau causato dalla barriera alpina, frapposta alle piovose correnti meridionali, che ‘imprigionerà’ il maltempo per più giorni sul nostro versante e sempre nelle medesime aree, in questo caso al Nordovest: queste le previsioni del Centro Epson Meteo. In particolare, entro giovedì in alcune zone fra Piemonte, nordovest della Lombardia, Valle d’Aosta e Liguria saranno possibili accumuli dai 200 ai 400 litri al metro quadrato, che in qualche caso rappresentano quantitativi di un’intera stagione. Questa particolare configurazione della circolazione atmosferica è favorita dalla presenza di una vasta depressione sull’Europa occidentale, costretta a rimanere stabile in quella posizione, a causa di un poderoso anticiclone di blocco in rinforzo fra la Russia e l’Europa dell’est. L’aria temperata e umida che caratterizza questa fase manterrà le temperature in generale oltre la norma per diversi giorni: almeno fino alla fine della settimana, infatti, non si prevede l’arrivo di masse d’aria fredda dalle alte latitudini.

toscana temporale maltempoLunedì precipitazioni sparse e insistenti su buona parte del Nordovest più intense a ridosso dei rilievi per l’Effetto Stau, più isolate e intermittenti sul Friuli. Quota neve in rialzo a circa 2000 metri sulle Alpi. Situazione migliore nel resto del territorio, con un po’ di nubi principalmente lungo la fascia tirrenica, senza precipitazioni di rilievo, schiarite anche ampie su adriatiche e dorsale appenninica. Al Sud e sulla Sicilia nuvolosità più insistente su zone ioniche e Puglia centro-meridionale, con qualche pioggia isolata su Calabria ionica e Sicilia orientale. In Sardegna nuvolosità variabile più densa sul settore tirrenico. Temperature in leggero aumento soprattutto al Nord, in generale oltre la media. Venti da deboli a moderati di Scirocco. Per molti settori del Nordovest si prospetta una settimana potenzialmente critica. Una perturbazione da Ovest rimarrà bloccata nel suo moto verso Est da un vasto anticiclone di blocco posizionato sull’Europa centro-orientale e si attiverà un flusso di correnti molto umido. Questi umidi e intensi venti meridionali impatteranno sui rilievi del Nordovest generando un effetto Stau, termine tedesco che significa “ristagno”: l’azione di sbarramento offerta dai rilievi del Nordovest potrà determinare l’accumulo di molta umidità e la condensazione del vapore acqueo sotto forma di abbondanti precipitazioni. In particolare, entro giovedì in alcune zone fra Piemonte, nordovest della Lombardia, Valle d’Aosta e Liguria saranno possibili accumuli dai 200 ai 400 litri al metro quadrato, che in qualche caso rappresentano quantitativi di un’intera stagione. Le nevicate saranno abbondanti, ma ad alta quota. Ad aggravare la situazione di stress idrico per fiumi e torrenti sarà proprio il limite delle nevicate che si manterrà molto elevato intorno a 2000 metri: buona parte delle precipitazioni che cadranno in montagna, dunque, si riverseranno sui corsi d’acqua e non verranno “bloccate” sotto forma di neve. Tra un’intensa depressione atlantica e un anticiclone di blocco sull’Europa meridionale, sull’Italia si sono attivate correnti meridionali che per gran parte della settimana convoglieranno sull’Italia masse d’aria miti per la stagione e umide. Nella giornata di martedì le piogge si concentreranno ancora una volta al Nordovest e in particolare su Liguria centrale, ovest Lombardia e Piemonte orientale. Ancora qualche rovescio isolato nelle zone ioniche in particolare tra bassa Calabria e Sicilia. Nel resto del Paese nuvolosità meno intensa con schiarite lungo il medio Adriatico. Sulle Alpi centro occidentali nevicherà, ma solo a quote molto alte, circa 2000 metri. Temperature stazionarie o in lieve aumento. Venti di Scirocco per lo più di moderata intensità con locali rinforzi sui mari di Ponente e sulla Sardegna. Mercoledì pioverà ancora al Nordovest, con le piogge che tenderanno a concentrarsi sul Piemonte e sul Ponente Ligure, mentre si attenueranno in Lombardia. Ancora locali rovesci nell’area del basso Ionio. Temperature senza grandi variazioni e in generale superiori alla media, soprattutto nei valori minimi. Venti intensi di Scirocco su Sardegna e mari di Ponente. Giovedì la perturbazione inizialmente posizionata tra la Francia e la Spagna (causa dei venti insistenti di Scirocco e delle abbondanti precipitazioni al Nordovest per Effetto Stau) riuscirà ad avanzare lentamente verso l’Italia distribuendo le piogge, prima confinate al Nordovest e ancora forti su Piemonte e Liguria, su Lombardia, regioni centrali in Sardegna nel corso della giornata.