Ricerca: a Torino il nuovo spettrometro di risonanza magnetica nucleare

Uno spettrometro di risonanza magnetica nucleare dal valore di oltre 1 milione di euro, è stata acquistata dall'Università di Torino

Uno spettrometro di risonanza magnetica nucleare dal valore di oltre 1 milione di euro, è stata acquistata dall’Università di Torino grazie al contributo di Compagnia di Sanpaolo. Si tratta di un’apparecchiatura in grado di fornire informazioni su sicurezza, controllo e qualità degli alimenti, ma anche sicurezza ambientale, analisi del suolo, studio di prodotti farmaceutici, cosmetici e materiali innovativi, analisi merceologica finalizzata alla repressione di frodi. Il nuovo spettrometro è in grado di lavorare sia su campioni solidi che in soluzione. Tra le aziende e i centri di ricerca cha hanno manifestato interesse all’utilizzo dell’apparecchiatura la Bracco Imaging, Nerviano Medical Science, Soremartec Ferrero, Teknofarma Mb med, Farmaceutici Procemsa, FKV, Agroinnova, Promidis, Silva Team, Sea Marconi, Molino Bongiovanni, Istituto Zooprofilattico, oltre ai rappresentanti dei reparti scientifici dell’Arma dei Carabinieri e delle altre forze di Polizia. Prevista per domani la presentazione domani presso il Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco.