Terremoto, in calo il turismo nelle Marche: “Occorre una campagna di comunicazione per tranquillizzare”

"Due milioni di euro per il rilancio turistico dei territori colpiti dal terremoto", lo ha annunciato oggi l'assessore regionale al Turismo delle Marche Moreno Pieroni

“Due milioni di euro per il rilancio turistico dei territori colpiti dal sisma”. Lo ha annunciato oggi l’assessore regionale al Turismo delle Marche Moreno Pieroni rispondendo al consigliere Andrea Biacani (Pd). Le Marche, tra gennaio ed agosto 2016, hanno registrato 945.000 visitatori stranieri ma le visite risultano in calo a causa delle disdette dovute al terremoto. Si tratta di disdette che coinvolgono anche aree non interessate dal sisma come quelle a nord della regione: “Abbiamo già provveduto a ottimizzare le attuali campagne di comunicazione in un’ottica di rafforzamento del brand turistico- ha detto Pieroni- Per la migliore attuazione su scala nazionale ed estera degli eventi e dell’offerta turistica marchigiana è stata messa in cantiere una gara europea con fondi Por Fesr pari a circa 4 milioni di euro, mentre altri 2 milioni saranno specificatamente indirizzati al rilancio dei territori colpiti dal sisma”. Il consigliere Biancani ha comunque esortato l’amministrazione regionale a fare di più. “La Regione Marche sta facendo molto e i risultati ottenuti lo dimostrano ma continuano a pervenire disdette che stanno mettendo in seria difficoltà il turismo anche nelle zone non interessate dal sisma come il Montefeltro, i borghi dell’entroterra pesarese, i luoghi del tartufo- spiega Biancani- Per scongiurare questo rischio risulta fondamentale avviare una corretta informazione e precisa comunicazione”.