Terremoto, Norcia: da domani verifiche negli edifici della zona rossa

Domani mattina, a un mese dalla grande scossa di terremoto del 30 Ottobre, verranno iniziate le schede di valutazione dell'agibilità degli edifici nella zona rossa

Mario Sabatini - LaPresse

A un mese dalla grande scossa di terremoto del 30 Ottobre, Norcia vuole tornare a vivere. Domani mattina i tecnici del Comune, della Regione e della Protezione civile cominceranno a redigere le schede di valutazione dell’agibilità degli edifici all’interno della zona rossa che per il momento coincide con l’intero centro storico di Norcia. Si inizierà da corso Sertorio, la via di accesso principale che da Porta Romana conduce in piazza San Benedetto. Le verifiche sono finalizzate a capire quanti edifici possono in qualche modo tornare ad essere utilizzati e questo anche a fini commerciali. “L’obiettivo è quello di ridurre la zona rossa e ridare alla gente una porzione, magari piccola, della loro citta’. Le verifiche saranno graduali e cominceremo da corso Sertorio con l’auspicio di poter utilizzare alcuni degli immobili entro il Natale. Sarebbe un bel segnale per tutti”: lo afferma Giuseppe Recchi, uno dei tecnici del Comune di Norcia chiamato a seguire le verifiche, che cominceranno intorno alle 9.30 e proseguiranno per l’intera giornata. Ci sarà un’ispezione totale dell’edificio e questo richiederà tempo prima di arrivare alla scheda finale di valutazione. Nei prossimi giorni oltre a corso Sertorio i sopralluoghi potrebbero interessare anche via Umberto I.