Terremoto, quanti eventi sismici si registrano ogni anno in Italia?

Quanti terremoti si verificano ogni anno in Italia? Ecco qualche numero per guardare da un'altra prospettiva l'attività sismica nel nostro paese

Ogni anno nel mondo si verificano milioni di terremoti. La grande maggioranza di questi non viene percepita dall’uomo. In Italia, secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, raccolti grazie alle registrazioni della Rete Sismica Nazionale Centralizzata (RSNC), registra ogni anno dai 1700 ai 2500 eventi di magnitudo pari o superiore a 2.5. Anche in questo caso, la grande maggioranza di questi non viene avvertita dall’uomo, ma si tratta di un “sottofondo” da sempre presente.

In determinati anni, quando si verificano forti terremoti con conseguente sequenza sismica, proprio come sta accadendo nel 2016 nel Centro Italia o come accaduto nel 2009 nell’Aquilano, il numero di eventi cresce, rimanendo comunque sempre in questo rango.

Sempre sulla base dei dati dell’INGV, che ha analizzato la sismicità storica del nostro paese, è emerso che in media si verificano, nell’arco di cento anni,  più di cento terremoti di magnitudo compresa tra 5.0 e 6.0. I terremoti di magnitudo superiore a 6.0 registrati oscillano invece fra i 5 ed i 10.

Negli ultimi anni la diffusione dei mezzi di comunicazione ed una maggior attenzione dei media agli eventi sismici, hanno creato nella popolazione la sensazione di un aumento del numero di terremoti in Italia: niente di più falso. La sismicità in Italia è sempre la stessa, è cresciuta la nostra attenzione e la nostra capacità di registrare anche i più piccoli terremoti, grazie ad apparecchi di alta tecnologia.