Tevere, il 30 novembre del 1422 una delle peggiori alluvioni colpisce Roma

Il 30 novembre del 1422 si verificò a Roma una delle peggiori esondazioni del fiume Tevere. L’altezza idrometrica del fiume misurata a Ripetta, punto di riferimento storico per le altezze del fiume romano, raggiunse i 17,22 metri. Si pensi che nelle piene del 2005, 2008 e 2012, il Tevere ha a malapena superato i 12 metri, mentre nell’ultima alluvione di Roma (1937) non superò i 16,8 metri.

Questa storica alluvione è ricordata con una lapide presso la chiesa di Santa Maria sopra Minerva, nel centro di Roma, vicino al Pantheon. Una delle aree a maggior rischio idrogeologico della città (anche se la costruzione dei muraglioni e la realizzazione di sbarramenti artificiali a monte di Roma hanno abbassato fortemente la pericolosità idraulica).