Incidente aereo Colombia: il velivolo aveva finito il carburante

Incidente Colombia: è emerso che l'aereo "al momento dell'impatto non aveva carburante"

LaPresse/Reuters

L’aereo che lunedì trasportava la squadra di calcio brasiliana della Chapecoense potrebbe essersi schiantato al suolo perché aveva terminato il carburante durante la fase di atterraggio. Ne sono sempre più convinte le autorità colombiane che stanno indagando sulle cause dell’incidente. Da un’ispezione sul luogo del disastro, ha riferito il capo dell’Aviazione civile colombiana Alfredo Bocanegra, è emerso che l’aereo “al momento dell’impatto non aveva carburante“. La scoperta sembra confermare quanto indicato da una registrazione emersa nella serata di ieri, nella quale il pilota dell’aereo chiedeva ai controllori di volo il permesso di atterrare a causa di un guasto elettrico e della mancanza di carburante. “Abbiamo avviato un’indagine per chiarire come mai l’aereo era privo di carburante al momento dell’impatto“, ha riferito Bocanegra nel corso di una conferenza stampa. Secondo i regolamenti, è stato spiegato nel corso della stessa conferenza stampa, gli aerei devono sempre avere una riserva di carburante di 30 minuti per poter raggiungere una destinazione alternativa in caso di emergenza in fase di atterraggio. “In questo caso, l’aereo non aveva il carburante per raggiungere un aeroporto alternativo“, ha spiegato il funzionario dell’aviazione civile colombiana Freddy Bonilla. “La fonte di elettricità sono i motori -ha aggiunto- ma ovviamente senza carburante la fonte di elettricità verrebbe completamente persa“. Nella registrazione delle comunicazioni tra l’aereo e la torre di controllo, si sente il comandante lanciare l’allarme per un “guasto elettrico totale” e “mancanza di carburante“. Poco prima che la registrazione si interrompa, il comandante afferma di volare ad un’altitudine di 9mila piedi (2.745 metri). L’aereo si è schiantato sul fianco di una montagna nei pressi di Medellin. Le due scatole nere recuperate dal luogo del disastro verranno inviate nel Regno Unito per essere esaminate dal costruttore, l’azienda britannica Bae. Solamente sei delle 77 persone a bordo sono sopravvissute all’incidente. La squadra di calcio brasiliana della Chapecoense ha perso 19 giocatori. Nello schianto sono morti anche 20 giornalisti al seguito della squadra.