Natale, Pistoia Capitale Italiana della Cultura: 200 iniziative animeranno la città

Festoso preludio all'anno che incoronerà Pistoia Capitale Italiana della Cultura, da giovedì 1° dicembre a domenica 8 gennaio

6. Pistoia, Italia "Pistoia vanta una concentrazione di opere artistiche e architettoniche che non ha nulla da invidiare ad altre città d’arte. Un lato alternativo della Toscana, che ai siti di grande richiamo predilige piccole e fiorenti città ricche di personalità e animate da una cultura viva e dinamica"

Festoso preludio all’anno che incoronerà Pistoia Capitale Italiana della Cultura, da giovedì 1° dicembre a domenica 8 gennaio, oltre duecento iniziative animeranno le vie del centro ma anche delle frazioni, le chiese, i musei, le biblioteche, i teatri e molti altri spazi cittadini. Si tratta di un vero e proprio intreccio di itinerari musicali, museali, creativi e storici pensati per i pistoiesi e per i sempre più numerosi turisti che arrivano in città: dalle mostre agli spettacoli teatrali, dalla musica sacra alle canzoni natalizie, dai laboratori creativi per bambini alle bancarelle in strada, un ricchissimo cartellone di eventi pensato per grandi e piccini. Con l’accensione dell’albero di NATALE – un abete della specie Abies nordmanniana – in piazza del Duomo, alto 10 metri e fornito dall’associazione vivaisti pistoiesi, in programma per domani giovedì primo dicembre, prenderanno il via gli appuntamenti della rassegna “La cultura colora il NATALE” programmati per quest’anno dall’Amministrazione comunale.

Accompagneranno l’evento i canti natalizi del coro di voci bianche ‘I grilli cantanti’ della scuola primaria ”Civinini – Arrighi” diretti da Lucia Innocenti Caramelli. Avis arricchirà la magia del NATALE con il lancio di palloncini rossi. Il progetto di addobbo in piazza del Duomo quest’anno è stato predisposto dagli architetti di un altro studio [u]aS in collaborazione con l’Amministrazione comunale, il Centro commerciale naturale e l’associazione vivaisti italiani. L’illuminazione è stata curata, invece, dalla ditta Mixar. L’allestimento di NATALE, oltre a piazza del Duomo, illuminerà ulteriori spazi cittadini, come piazza Giovanni XXIII, piazza San Bartolomeo, piazza Gavinana, corso Silvano Fedi, piazza San Francesco, piazza degli Ortaggi, corso Antonio Gramsci. Sabato 3 dicembre l’Amministrazione comunale riparte con la presentazione pubblica alla città delle scelte portanti per il 2017, accompagnata dall’attesissima ripartenza dell’orologio del Campanile della Cattedrale di San Zeno. L’iniziativa, dal titolo ”Pistoia Capitale Italiana della Cultura: un nuovo tempo per la città”, avrà inizio alle 16.30 nella sala Maggiore del Palazzo comunale di Pistoia, dove il comitato promotore illustrerà i principali progetti per il 2017, e si concluderà in piazza del Duomo con la musica della Banda Borgognoni e, alle 18.00 in punto, con i primi rintocchi dell’orologio del Campanile.

Come ogni anno, tra le iniziative più attese figurano la festa di fine anno e l’arrivo della Befana. Il 31 dicembre, Pistoia regala un viaggio nella musica, con numerosi concerti in giro per la città. Al Piccolo Teatro Mauro Bolognini saranno presenti Gianluca Sibaldi, Silvia Benesperi e la Film Orchestra; in sala Maggiore il Wind sextet, sestetto di fiati; a Palazzo Fabroni, lo String Quartet; al museo Marino Marini, il Bossa Nova Quartett. Nel segno del dialogo interculturale, nel cuore di Pistoia, piazza del Duomo festeggerà l’arrivo del nuovo anno con il concerto dell’Orchestra di Piazza Vittorio, un gruppo multietnico nato nel 2002 con musicisti provenienti da dieci Paesi che, partendo dalla musica tradizionale di ogni paese, mischiandola e intingendola con rock, pop, reggae e classica, danno origine a una sonorità unica. Nell’occasione, il brindisi sarà offerto da Esselunga, con spumante e panettone per tutti i presenti. Ad aprire l’anno da Capitale italiana della cultura sarà il concerto di Capodanno in programma in sala Maggiore alle ore 16 con Il Rossignolo, un gruppo specializzato nello studio e nell’esecuzione di musica antica su strumenti storici. I festeggiamenti del primo gennaio proietteranno la città verso i grandi appuntamenti del 2017. Per questo, alle 18 un raggio laser da Palazzo Fabroni si proietterà verso la Fattoria di Celle. Si tratta di un progetto di Chiara d’Afflitto e Giuliano Gori che, a sua volta, prende spunto da un’idea di Dani Karavan che nel 1978, a Firenze, aveva unito con un laser il Forte Belvedere con la Cupola del Brunelleschi.

A Pistoia il raggio laser collegherà i due luoghi già di proprietà dell’illustre famiglia dei Fabroni – il palazzo collocato dirimpetto alla pieve romanica di Sant’Andrea nel centro storico cittadino e la villa con annesso parco in località Santomato – sede, oggi, di attività relative alle arti visive moderne e contemporanee e della vasta ed esemplare operazione di arte ambientale di Celle. Come da tradizione, venerdì 6 gennaio alle 16 la Befana scenderà dal Campanile di piazza del Duomo. Mostre. Aspettando Pistoia capitale della cultura 2017, nell’incantevole cornice di alcune delle più belle chiese pistoiesi e negli spazi espositivi più rappresentativi della città verranno allestite mostre su artisti pistoiesi, e non solo, per tutto il periodo delle festività natalizie. Palazzo Fabroni ospiterà Nataliniinvideo – Adolfo Natalini dipintore, un allestimento dedicato all’architetto pistoiese Adolfo Natalini, concepita su due sezioni: una rassegna inedita di filmati ed interviste, e una esposizione dei suoi acquarelli, la cui inaugurazione è prevista per sabato 10 dicembre. Da mercoledì 7 dicembre il battistero di San Giovanni in Corte ospitarà In principio… tre artisti contemporanei al battistero di Pistoia: Carlo Pizzichini, Filippo Rossi, Luigi Russo Papotto, una mostra di scultura a cura di Anita Valentini, che sarà inaugurata martedì 6 dicembre. Nelle sale Affrescate del Palazzo comunale fino a venerdì 11 dicembre sarà possibile visitare la mostra dell’arte e della vita di Giuliana Martelli e Silvia Percussi, mentre da sabato 17 dicembre sarà la volta della mostra Qualcosa in sospeso con pitture aeropostali di Alejandra Rojas Contreras. All’hotel Milano, da sabato 3 dicembre a giovedì 22 dicembre potrà essere visitata la mostra del maestro Aristodemo Capecchi, mentre nella chiesa di San Biagino da sabato 3 dicembre a domenica 18 dicembre sarà presente la mostra Paesaggi d’ America e… di Salvatore Magazzini. Presepi. Da sempre simbolo del NATALE, i presepi quest’anno decoreranno numerose chiuse e spazi pubblici. La mostra PresepiAmo trova casa nella chiesa del Carmine da domenica 4 dicembre a domenica 8 gennaio, dalle 16 alle 19.30. Due quelli che saranno allestiti nell’atrio del tribunale da giovedì 8 dicembre: un presepe ecologico realizzato con radici e alberi scolpiti e uno composto con terracotte di Montelupo fiorentino.

Due anche quelli allestiti nella cattedrale di San Zeno (nella cripta un presepe siciliano e nella cappella sotterranea un secondo di pietra), mentre l’artista Franco Melani proporrà nella basilica della Madonna dell’Umiltà un presepe di piume e terra argillosa che sarà inaugurato domenica 11 dicembre. Un’esposizione di presepi d’artista da giovedì 8 dicembre sarà presente al museo Marino Marini. NATALE alla San Giorgio. Tanti appuntamenti saranno dedicati ai bambini con laboratori, letture e spettacoli sul NATALE. Si tratta di un’offerta ricca di opportunità culturali e di svago che vedrà la biblioteca accogliere anche mostre, presentazioni di libri, proiezioni di film, laboratori creativi, corsi e convegni. Mercati. Sotto un cielo di luccicanti lucine, nel mese di dicembre le strade del centro saranno animate anche da numerosi appuntamenti con bancarelle e mercatini arredati a festa. Tra i diversi appuntamenti, per l’intera giornata di domenica 11 e 18 dicembre è previsto in piazza del Duomo e piazza dello Spirito Santo. L’atmosfera natalizia si vivrà anche fuori città con i molti eventi che si terranno nelle frazioni di Badia a Pacciana, Baggio, Castello di Cireglio, Cireglio, Le Piastre, Piteccio, Villa di Piteccio, Santomoro, Spedaletto e Vivaio.