UFO: avvistamenti e incontri ravvicinati, tutti gli anniversari del 2017

UFO: il 2017 è un anno di importanti anniversari per chi si interessa delle questioni relative agli oggetti volanti non identificati

Avvistamenti collettivi, rapporti ufficiali, commissioni d’inchiesta, ondate ufologiche e incontri ravvicinati. Il 2017 è un anno di importanti anniversari per chi si interessa delle questioni relative agli oggetti volanti non identificati. Ad elencarli è il Cun, il Centro Ufologico Nazionale che, a proposito di anniversari, compie 50 anni essendo la sua costituzione legale come Centro Unico Nazionale per lo studio dei fenomeni ritenuti di natura extraterrestre, datata 21 gennaio 1967. Per alcuni anniversari ‘ufologici’, però, bisogna andare indietro nel tempo, anche per più di un secolo, come nel caso del 17 aprile 1897: risale a 120 anni fa il cosiddetto “Ufo crash” di Aurora, un incidente che avrebbe avuto come protagonista una navicella ritenuta extraterrestre andata a schiantarsi contro un mulino della cittadina texana e di cui diede notizia, due giorni dopo, il giornale locale, il Dallas Morning News. Risale invece a 110 anni fa la prima segnalazione ufologica riferita in Italia nel XX secolo: era il giugno del 1907 e l’Ufo venne avvistato in Sardegna, a Bosa nel Nuorese (caso De Riu). E’ del 24 giugno 1942 (75 anni fa) la cosiddetta ”Battaglia di Los Angeles”: sul momento si pensò a una presunta incursione aerea giapponese sulla California, con conseguente risposta dell’artiglieria contraerea statunitense, ma poi si parlò di un ‘falso allarme’. Per gli ufologi, l’obiettivo era un velivolo extraterrestre. ”Per quanto riguarda il raid aereo su Los Angeles – scrisse il 5 marzo dello stesso anno il generale George C. Marshall al presidente Franklin D. Roosevelt – si è appreso da G2 Army che l’ammiraglio Anderson (…) recuperato un aereo non identificato al largo della costa della California (…) senza alcuna attinenza con spiegazione convenzionale. Questa Sede è giunta alla determinazione che gli aerei mistero sono infatti non terreni e, secondo fonti di intelligence segrete, sono con ogni probabilità di origine interplanetaria”. Del 1947 (70 anni fa) è l’avvistamento del pilota Kenneth Arnold nello Stato di Washington, datato 24 giugno; l’incidente di Roswell in New Mexico (luglio); l’avvistamento ufficiale da parte di piloti della United Air Lines Flight 105 (4 luglio), a cui seguiranno altri avvistamenti corredati da fotografie nei giorni 5, 6 e 7 luglio; il primo report della Fbi ”Reports of Flying Discs” (4 settembre). E ancora: in una richiesta di parere sui cosiddetti ”dischi volanti”, contenuta in un documento riservato dell’Esercito americano datato 23 settembre 1947, il generale Nathan Twining, capo dell’Air Material Command di Dalton, Ohio, risponde: “Questo Comando è del parere che: il fenomeno di cui all’oggetto è vero, non fittizio o irreale e si conferma l’esistenza di oggetti di forma discoidale, di grandezza atta a farli apparire paragonabili a quelli degli aeromobili convenzionali”. Il 30 dicembre 1947, James Forrestal, segretario di Stato alla Difesa, istituisce la commissione d’inchiesta Project Sign con il compito di avviare il primo studio ufficiale sugli UFO. E’ di 65 anni fa, del 1952, la prima grande ”ondata” ufologica mondiale di avvistamenti che coinvolse Usa, Francia, Italia, Brasile, Australia e non solo. Stesso anno per il presunto primo ”incontro ravvicinato” tra George Adamski e il pilota di un UFO atterrato in Arizona (20 novembre) e per il primo report della Cia sugli UFO (2 agosto). Quarantacinque anni fa, nel 1972, sulla Rivista Militare (organo dell’Esercito Italiano) viene pubblicato il primo rapporto militare italiano sul fenomeno UFO. Compiono 40 anni (1977) l’organismo ufologico governativo francese Gepan (poi Sepra e oggi Geipan) al Centro Spaziale di Tolosa; la prima trasmissione ufficiale a un ente ufologico civile (il Cun) di un dossier militare governativo (da parte dello Stato Maggiore Difesa italiano) sulla casistica UFO. E, naturalmente, il film di Steven Spielberg ”Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo”.