Giornata del Gatto: LAV apre campo di sterilizzazioni nelle aree colpite dal sisma

La Lega italiana anti vivisezione festeggia il 17 febbraio, Giornata del gatto, con un gesto di solidarietà

La Lega italiana anti vivisezione festeggia il 17 febbraio, Giornata del gatto, con un gesto di “solidarietà per i gatti liberi e di famiglia delle zone terremotate”: l’apertura, da lunedì 20 febbraio, di un Campo per la sterilizzazione dei felini nelle aree colpite dal sisma. Il Programma di sterilizzazioni dedicato ad Accumuli, Amatrice e Cittareale era stato rimandato a causa dell’eccezionale maltempo del mese di gennaio, ricorda la LAV che ora può dare il via al progetto. Dal 20 febbraio al 5 marzo – informa l’associazione animalista – gli abitanti di Accumoli, Amatrice e Cittareale potranno tutelare i propri gatti prenotando, attraverso il numero LAV 3283746278, l’intervento di sterilizzazione gratuita presso il Campo a Cittareale, in Località Pallottini, via Salaria Km 136, tra il Campo dei Vigili del fuoco e quello dell’Esercito. Lo stesso intervento sarà effettuato anche per i gatti liberi delle zone di Accumuli, Amatrice e Cittareale, che saranno recuperati dalle associazioni animaliste presenti sul territorio. Circa 15 veterinari hanno aderito al progetto, 2 dei quali inviati dall’associazione Austrica Vier Pfoten. Oltre a essere sterilizzati, i gatti saranno anche identificati con microchip forniti dall’Asl di Rieti, e sottoposti a test per Fiv (immunodeficienza felina) e Felv (leucemia felina). Nello stesso periodo la LAV distribuirà cibo e attrezzature donate da tutta Italia per cani e gatti. Il Campo è gestito da LAV in collaborazione con Regione Lazio, Asl di Rieti, Ordine dei medici veterinari della provincia di Rieti, Comune di Cittareale, e le associazioni Animalisti italiani, Lega nazionale per la difesa del cane, Oipa, Guardiano dell’ombra e Guardia zoofila ambientale-Circolo provincia di Frosinone, che ha messo a disposizione l’ambulanza veterinaria. “Terminata la fase emergenziale – commenta Ilaria Innocenti, responsabile LAV Area animali familiari – LAV ha mantenuto la promessa fatta all’indomani del terremoto che ha sconvolto l’Italia centrale. Grazie alle donazioni ricevute, l’associazione continua a prendersi cura degli animali delle zone colpite dal sisma. Questo progetto è una preziosa opportunità, che invitiamo i privati a cogliere per la tutela degli animali che accudiscono, e per prevenire la nascita di cucciolate. In questo modo, oltre a responsabilizzare le famiglie, sarà favorita la crescita del processo culturale di accettazione e conoscenza del corretto rapporto uomo/animale”.