Viaggi & Turismo, San Valentino: Roma, Venezia e Firenze le mete preferite dagli innamorati

Sul podio delle città più gettonate per trascorrere il giorno di San Valentino c’è anche la sempreverde Firenze

Gli innamorati d’Italia, e non solo, si sono affrettati con molto anticipo ad organizzare una gita romantica per il giorno di San Valentino. In molti hanno scelto le mete più classiche, come Roma e Venezia, che già la settimana scorsa contavano oltre il 90% di alloggi turistici riservati.

Secondo un’analisi di Hundredrooms, meta-motore di ricerca di appartamenti turistici, nella settimana che precede il giorno di San Valentino, il numero di prenotazioni di alloggi turistici a Roma si attestava già al 94%. Versatile e ricca di attrazioni, la capitale è capace di attirare in ogni periodo dell’anno i target più disparati, dagli amanti dell’arte alle giovani coppie che sognano di concedersi un po’ di romanticismo nella bellissima Piazza Navona o lungo la via illuminata del Tevere.

Anche a Venezia si prevede una grande affluenza. Le coppie di innamorati non si sono scoraggiate di fronte alla minaccia dell’acqua alta. In molti hanno deciso di trascorrere il giorno di San Valentino nella romantica Serenissima, concedendosi un giro in gondola o una passeggiata fra le vie più suggestive della città. Il 90% degli alloggi turistici di Venezia, infatti, risulta già riservato per la notte tra il 14 e il 15 febbraio.

Sul podio delle città più gettonate per trascorrere il giorno di San Valentino c’è anche la sempreverde Firenze, con l’85% degli alloggi già occupati. Una passeggiata al Giardino di Boboli o una visita ai capolavori architettonici della città sono di certo tra le ragioni che hanno spinto gli innamorati a scegliere la culla del Rinascimento.

hundredrooms-ITNon scherza neanche Milano, dove gli alloggi già riservati per la notte tra il 14 e il 15 febbraio ammontano all’84% del totale. La capitale della moda e dell’industria attrae numerosi visitatori non soltanto per la sua vivacità culturale, ma anche per la presenza di veri e propri gioielli da ammirare, come il Duomo, il Teatro della Scala e Palazzo Marino, senza escludere una passeggiata nella Galleria Vittorio Emanuele.

Meno gettonate, ma comunque scelte da una buona fetta di turisti, sono anche le città di Bologna, Napoli e Palermo. Se non si è trovata la sistemazione ideale nelle affollatissime città di Venezia e Roma, si può optare per una passeggiata nella bellissima Piazza Maggiore del capoluogo emiliano, dove c’è ancora spazio per prenotare. A Bologna, infatti, un buon 30% di alloggi risultano ancora disponibili, contro un 70% di occupati.

A Palermo, invece, gli alloggi già affittati per la notte di San Valentino sono il 68%. Eppure, il capoluogo siciliano, da poco scelto come capitale italiana della cultura per il 2018, potrebbe essere un’alternativa niente male alle più classiche mete romantiche. Villa Giulia e l’Orto Botanico ben si prestano ad accogliere giovani coppie e anche famiglie che vogliono trascorrere una giornata all’aria aperta, ammirando la bellezza di giardini e fiori.

Ultima in classifica, ma non per questo meno affascinante, è Napoli, dove il 66% degli alloggi turistici risulta già riservato. Una colazione in Piazza del Plebiscito e una passeggiata in Via dei Tribunali potrebbero essere un piano perfetto per due innamorati nel giorno di San Valentino.

Visto il flusso non indifferente di turisti che il giorno di San Valentino riesce a smuovere, c’è davvero da affrettarsi se si vuole trovare l’appartamento perfetto. Hundredrooms, meta-motore di ricerca di appartamenti turistici, viene incontro a questa esigenza. Esplora in una sola volta più di 100 siti web e circa 7 milioni di case vacanza, comparando i diversi prezzi e permettendo l’accesso a 20  milioni di foto. Con una sola ricerca l’utente troverà gli appartamenti turistici disponibili in tutto il mondo e, attraverso un confronto di prezzi e caratteristiche, potrà ottenere un risparmio che va dal 30% al 40% e scegliere la soluzione migliore. Un servizio utilissimo, se si considera che il 20% delle proprietà presenti sul mercato mostra prezzi differenti.