Alimenti: per 3 italiani su 10 i “superfood” meglio dei farmaci

I "superfood", tutti gli alimenti che promettono benefici al corpo, vengono considerati come possibili sostituti dei farmaci

Gli italiani sono sempre più salutisti e attenti al cibo che consumano. Uno su 3 (33%) considera i cosiddetti ‘superfood‘, ossia tutti gli alimenti che promettono benefici al corpo, addirittura come possibili sostituti dei farmaci. Molto apprezzati i fagioli (4 italiani su 10 sono alla ricerca di fonti alternative di proteine rispetto alla carne), il tè e il salmone (consumati da oltre il 45%). Sono yogurt e noci, però, gli alimenti salutari preferiti, consumati regolarmente dal 59% e 49% degli intervistati. Lo rileva una indagine di Nielsen condotta su un campione di 30 mila persone in 63 Paesi, tra cui l’Italia, per analizzare l’evoluzione degli stili alimentari e cogliere nuovi trend.
La Penisola è prima tra i grandi Paesi europei per il consumo di bacche di Goji (16% degli intervistati contro meno del 6% in Germania, Gran Bretagna e Spagna). Sette italiani su dieci (68%) sono convinti infatti che questa bacca possa essere utilizzata a scopo curativo (multivitaminico naturale, sostegno al sistema immunitario, regolazione della glicemia e altro ancora). Il secondo superfood ritenuto più salutare è la curcuma, spezia giudicata benefica dal 62% degli italiani. Il 27% consuma spesso anche un altro tipo di bacca, il mirtillo.
Questi dati evidenziano che la dieta degli italiani non è più solo un “regime di consumo alimentare”: è diventata un vero e proprio stile di vita, come dichiara il 40% della popolazione. (AdnKronos)