Bronchite asmatica: cause, fattori di rischio, diagnosi e cura

La bronchite asmatica è una condizione in forte crescita. Ecco a cosa è dovuta e come curarla

La bronchite asmatica, condizione in crescente trend, è figlia di infezioni virali o batteriche primarie, a loro volta conseguenti a infezioni delle vie respiratorie:raffreddori, riniti, laringiti, faringiti, tracheiti, malattie esantematiche o pertosse.

CAUSE E FATTORI DI RISCHIO: Tra i fattori di rischio: fumo, muffa, polvere, peli di animali, umidità (fattori domestici) o pollini, aria secca/fredda, inquinamento (fattori esterni).

SINTOMI: I sintomi di una bronchite asmatica sono: tosse secca, stizzosa, con emissione di poco espettorato molto denso, respirazione rantolante (fischi e sibili rilevabili da una semplice auscultazione del torace con stetoscopio), colorito pallido o cianotico specie dopo gli attacchi di tosse, dolori ai muscoli respiratori causati dalla difficoltà respiratoria. A tali sintomi, tipici dell’asma, si aggiungono: febbre che raramente supera i 38 °C, infiammazione e bruciore dell’albero respiratorio, naso chiuso, dolore al petto localizzato nella regione sottosternale.

BRONCHITE ASMATICA 2DIAGNOSI  E CURA: La bronchite asmatica si diagnostica tramite spirometria; un esame assolutamente non invasivo ed indolore. La terapia può prevedere la somministrazione di farmaci antinfiammatori, cortisonici, broncodilatatori o antibiotici. Tra i rimedi naturali: agli e limone, antibiotici naturali; infuso di timo, espettorante e antibatterico; infuso di cipolla, espettorante e in grado di prevenire la formazione del catarro; infuso di echinacea, utile in caso di bronchite virale o per evitare ricadute. Tra i rimedi omeopatici: Antimonium tartaricum, Kalium carbonicum, Blatta orientalis, Sambucus nigra.