Carugo (CO): nasce una nuova piattaforma virtuale per scoprire e conoscere la riserva del Guercio

Nasce il sito dedicato alla Fontana del Guercio: si tratta di un sito di informazione che vuole mettere in risalto un gioiello del nostro paese

Una piattaforma virtuale per scoprire la riserva naturale e rimanere aggiornati sugli eventi e iniziative: nasce il sito dedicato alla Fontana del Guercio. Si tratta di un sito di informazione che vuole mettere in risalto un gioiello del nostro paese qual è la riserva, dalla grafica e dai contenuti accattivanti, per chi vive la riserva o per chi è desideroso di scoprirla. Il web, infatti, rappresenta attualmente uno degli strumenti di comunicazione più diffusi, in grado di assicurare agli utenti interattività e risposte chiare ed immediate ed è per questo che è nato questo spazio online a disposizione di ogni tipologia di internauta con notizie, fotografie oltre che agli approfondimenti sui progetti svolti dal Parco e sulla natura che custodisce.  News e newsletter completano lo strumento informativo offrendo informazioni sempre aggiornate, consultabili sul sito o attraverso la propria casella di posta elettronica. Una divulgazione e una comunicazione efficaci ad ogni livello, rivolte ad un pubblico sempre più variegato, sono infatti oggi un aspetto importante per lo sviluppo di una strategia per una salvaguardia del territorio seria e, soprattutto, duratura. In questo senso il sito vuole raggiungere diversi obiettivi: promuovere e attivare ricerche mirate ad aumentare le conoscenze e la consapevolezza del territorio, per attuarne al meglio la tutela, diffondere la conoscenza dei servizi offerti e delle attività che si possono svolgere all’interno della riserva, informare, suscitare interesse, orientare la domanda da parte di un pubblico attivo e consapevole e promuovere la partecipazione del pubblico, guidando il comportamento dei visitatori. Il nuovo sito, visitabile al link www.fontanadelguercio.it e in costante aggiornamento, è stato presentato a tutta la cittadinanza nel pomeriggio di sabato 8 aprile, all’interno di un folto programma che ha riguardato, appunto, la riserva naturale.