Domani la March for Science: in marcia anche le piazze italiane

Tutti in marcia per difendere i valori della scienza e la sua indipendenza dalle ingerenze della politica: l'appuntamento con March for Science

Tutti in marcia per difendere i valori della scienze e la sua indipendenza dalle ingerenze della politica: l’appuntamento della March for Science e’ per domani 22 aprile e anche in Italia ci saranno numerose iniziative a partire da oggi alla Reggia di Caserta e domani con l’evento principale a Roma, con un corteo che si muovera’ nelle strade del centro storico. L’iniziativa nata negli Stati Uniti, come reazione alle scelte politiche del presidente Donald Trump che tra i primi atti ha tagliato fondi agli istituti impegnati nella lotta al cambiamento climatico e la tutela dell’ambiente, ha subito trovato un forte sostegno anche in Europa e in Italia.

Le piazze italiane per la March for Science saranno sette, la prima ad attivarsi sin da oggi e’ quella di Caserta con una serie di interventi e un corteo diretto verso la Reggia. L’appunto principale e’ a Roma, fissato per domani alle 16 con partenza dal Panteon e arrivo a Campo de Fiori (che con la statua dedicata a Giordano Bruno viene considerato uno dei luoghi simbolo della lotta all’oscurantismo) e interventi sparsi anche in altri luoghi simbolo della citta’, come la terrazza del Pincio. Eventi paralleli sono stati organizzati anche a Milano, Firenze, Rimini, Napoli e Potenza e molti sono gli enti pubblici di ricerca che si sono schieranti ufficialmente al fianco dei manifestanti, tra cui il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e il Gran Sasso Science Institute (Gssi). In tutto il mondo si prevedo almeno 500 marce, in piu’ di 40 Paesi, in sostegno nella March of Science principale che si svolgera’ a Washington.