Eccellenze italiane: un giovane ricercatore GSSI vince la borsa europea Marie Curie

L'Italia delle eccellenze ha ricevuto una nuova conferma: Carmelo Evoli, ricercatore in Fisica delle Astroparticelle al GSSI, si è aggiudicato la prestigiosa borsa europea di ricerca MSCA-IF (Marie Sklodowska-Curie Actions - Individual Fellowships)

L’Italia delle eccellenze ha ricevuto una nuova conferma: Carmelo Evoli, ricercatore in Fisica delle Astroparticelle al GSSI, si è aggiudicato la prestigiosa borsa europea di ricerca MSCA-IF (Marie Sklodowska-Curie Actions – Individual Fellowships). Il progetto premiato riguarda i raggi cosmici galattici, nuclei atomici provenienti dallo spazio con grande energia, che colpiscono l’atmosfera della Terra, si chiama GRAPES: è stato promosso da una commissione indipendente di esperti di livello internazionale e finanziato con 190 mila euro.

In tal modo Evoli avrà la possibilità di svilupparlo sotto la supervisione di Pasquale Blasi ricercatore all’INAF di Arcetri e docente al GSSI. L’obiettivo di GRAPES quello di spiegare, attraverso un nuovo modello, come si propagano tali raggi nella nostra galassia e come interagiscono con l’ambiente interstellare. Sarà inoltre possibile identificare le sorgenti galattiche che li hanno accelerati a energie così alte, e individuare se una parte sia prodotto dalla Materia Oscura, la componente non osservabile della massa dell’Universo.