Eutanasia, Cappato: “Presto accompagneremo un’altra persona in Svizzera”

"La nostra azione di aiuto alle persone che chiedono di andare in Svizzera continua. Già nelle prossime settimane una delle persone che stiamo aiutando ha l'appuntamento per recarsi in Svizzera"

“La nostra azione di aiuto alle persone che chiedono di andare in Svizzera continua. Già nelle prossime settimane una delle persone che stiamo aiutando ha l’appuntamento per recarsi in Svizzera”. Lo ha detto Marco Cappato, incontrando i giornalisti dopo essersi recato con Mina Welby dai carabinieri di Massa Carrara per autodenunciarsi per l’aiuto dato a Davide Trentini, il barista 53enne malato da anni di sclerosi multipla, che ha scelto di porre fine alla sua vita con il suicidio assistito in Svizzera.