Farmaci, Farmindustria: nuovi scenari con robotica e big data

"Lo sviluppo dell'intelligenza artificiale, dei big data e della robotica apre nuovi e affascinanti scenari. Un futuro tutto da scoprire che sovvertirà molti paradigmi"

“Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, dei big data e della robotica apre nuovi e affascinanti scenari. Un futuro tutto da scoprire che sovvertira’ molti paradigmi. Con il farmaco sempre piu’ parte di un processo assistenziale e non considerato solo un prodotto. La sfida e’ adeguare in tempi rapidi la governance del sistema per accogliere velocemente le innovazioni terapeutiche e attrarre gli investimenti”. Cosi’ il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, nel corso dell’incontro “Il valore della salute e il prezzo dei farmaci” concluso oggi a Bologna nell’ambito del Festival della Scienza Medica.

L’Italia – ha spiegato Scaccabarozzi – e’ ai vertici mondiali per la buona salute, con una spesa piu’ bassa rispetto agli altri Paesi. E con quella farmaceutica pubblica pro-capite inferiore di circa il 30% rispetto ai big Ue. Senza dimenticare che i prezzi, negoziati a livello nazionale con l’Agenzia Italiana del Farmaco, risultano piu’ bassi della media europea”. Cifre che “dimostrano che la spesa farmaceutica e’ sotto controllo e costantemente monitorata”. Secondo il presidente di Farmindustria “l’industria farmaceutica e’ un asset strategico per l’Italia anche dal punto di vista economico. Una locomotiva industriale e tecnologica – ha concluso – che contribuisce alla crescita del Paese ma che ha un forte impatto sulla qualità di vita di milioni di persone”.