Festival della scienza medica: al Rizzoli di Bologna una mostra sulla ricostruzione dello scheletro

"Ricostruendo lo scheletro: nuove tecniche per l'ortopedia personalizzata" e' uno spazio espositivo multimediale dell'Istituto Ortopedico Rizzoli

Ricostruendo lo scheletro: nuove tecniche per l’ortopedia personalizzata” e’ uno spazio espositivo multimediale in cui l’Istituto Ortopedico Rizzoli racconta come si progetta e si ripara l’apparato muscoloscheletrico attraverso la piu’ avanzata ricerca scientifica. Il Rizzoli di Bologna da’ appuntamento all’Archiginnasio di Piazza Galvani 1, Aula delle Conferenze della Societa’ Medica Chirurgica (venerdi’ 21 aprile ore 15-16 sabato 22 aprile ore 17.30-19 domenica 23 aprile ore 11-12) per le dimostrazione sul tema nell’ambito del Festival della scienza Medica, in corso a Bologna. Saranno presentati diversi approcci diagnostico-terapeutici personalizzati, gia’ in uso presso la clinica o in fase di studio per il prossimo futuro: la “medicina personalizzata“, che pone il paziente, e non la malattia, al centro dell’indagine. Lo scopo e’ trovare il trattamento giusto per ogni singola persona nella specifica circostanza, grazie anche ai grandi sviluppi tecnologici registrati negli ultimi decenni.

I visitatori potranno capire, attraverso un percorso tra le diverse articolazioni del corpo (piede, ginocchio, anca, colonna vertebrale, spalla…), come avviene la personalizzazione delle fasi di diagnosi, trattamento, in particolare chirurgico, e riabilitazione nelle malattie del sistema muscoloscheletrico. Tra i casi della pratica clinica gia’ in uso al Rizzoli, gli strumenti di pianificazione pre-operatoria assistita al computer basati su immagini diagnostiche e modelli virtuali 3D delle diverse strutture dell’apparato muscoloscheletrico, la realizzazione di protesi biomimetiche realizzate in titanio ultraporoso con stampante 3D per la sostituzione di interi corpi vertebrali o di grandi porzioni di bacino in oncologia, i trattamenti personalizzati di medicina rigenerativa e l’utilizzo di innesti biologici nella chirurgia ricostruttiva. E inoltre, una finestra su alcune delle piu’ avanzate applicazioni di ricerca che stanno per completare il percorso clinico, ad esempio la protesi di caviglia “su misura” attraverso progettazione anatomico-funzionale e la fabbricazione 3D tramite sinterizzazione laser di strutture metalliche porose.