Finale Champions 2017: l’Uefa pensa ad uno Stadio con tetto chiuso per scongiurare attentati con droni

Le esplosioni che hanno fermato il pullman del Borussia Dortmund e ferito Marc Bartra, hanno fatto balzare ai massimi livelli le misure di sicurezza per la finale di Champions League

Le esplosioni che hanno fermato il pullman del Borussia Dortmund e ferito Marc Bartra, hanno fatto balzare ai massimi livelli le misure di sicurezza per la finale di Champions League, in programma il 3 giugno al The National Stadium of Wales di CARDIFF. Secondo il “The Mirror” e’ per questo che la Uefa e’ orientata a far disputare la partita con il tetto chiuso per evitare possibili attentati terrostici con l’utilizzo di droni. Previsto anche un massiccio impiego di agenti delle forze dell’ordine.

Secondo il ‘Sun’ i dirigenti della Federcalcio europea, ancora scossi dall’attentato al bus del Borussia Dortmund lo scorso 11 aprile, avrebbero chiesto alle autorita’ del Galles e agli organizzatori di poter utilizzare il tetto retrattile dello stadio, normalmente usato in caso di maltempo, per coprire interamente il campo, per evitare cosi’ anche eventuali attacchi di droni. (ItalPresse)