Guerra, tensione sempre più alta tra USA e Corea. Il regime di Pyongyang: “pronti a contromisure letali se continueranno le provocazioni”

Le forze armate della Corea del Nord hanno annunciato di essere pronte a prendere "le più dure" contromisure contro gli Stati Uniti se continueranno con le provocazioni

Le forze armate della Corea del Nord hanno annunciato di essere pronte a prendere “le più dure” contromisure contro gli Stati Uniti se continueranno con le provocazioni. “Le nostre controazioni più dure contro gli Usa e i loro vassalli saranno prese senza alcuna pieta’, tali da non permettere all’aggressore di sopravvivere”, ha affermato un portavoce del Comando generale di Pyongyang in una dichiarazione rilanciata dall’agenzia ufficiale Kcna. Sotto la prevalente e grave situazione, gli Stati Uniti devono tornare alla ragione e optare per la soluzione dei problemi”, ha aggiunto.

Si tratta di un momento storico molto delicato, in cui le tensioni internazionali sono forti. Washington continua il suo pressing sulla Cina, storico alleato di Pyongyang, mentre la portaerei Uss Carl Vinson e il suo gruppo d’attacco avanzano verso la penisola coreana. Domani 15 aprile gli occhi saranno puntati verso la Corea del Nord: c’è un forte timore che proprio domani, in concomitanza con il 105° compleanno di Kim Il-sung, fondatore dello Stato e nonno dell’attuale leader Kim Jong-un, il regime di Pyongyang avvii il suo sesto test nucleare o il lancio del missile intercontinentale. Alcuni temono invece per il 25 aprile, in occasione dell’85° anno della fondazione dell’Esercito popolare di Corea.