Incedio Cefalù: persone ancora senza casa, “la Regione mantenga gli impegni”

Il sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina si schiera a fianco dei suoi concittadini e contro un governo regionale

Chi a causa dell’incendio (quello del 16 giugno 2016 ndr) ha perso la casa di abitazione ha gli stessi diritti delle sfortunate popolazioni terremotate“. Ad affermarlo è il sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina che si schiera così a fianco dei suoi concittadini e contro un governo regionale dal quale, a distanza di quasi un anno, ancora attende risposte. “Ancora oggi – afferma – la città attende che la Regione dia seguito all’impegno assunto dal presidente Crocetta quando, con i roghi ancora accesi, visitò Cefalù promettendo l’intervento per la ricostruzione“. Il sindaco della cittadina normanna sottolinea di aver ricevuto “una richiesta dal presidente della Repubblica di fare tutto ciò che è nelle possibilità per le vittime dell’incendio del 16 giugno 2016. E’ un appello – dice – che giriamo al governo ed al parlamento regionale, che si appresta a votare la finanziaria. Non sarebbe accettabile un disimpegno di chi governa“.