Influenza: nel muco della rana indiana scovata una molecola efficace contro il virus

Il muco viscido di una rara specie di rana indiana potrebbe essere utilizzato per creare farmaci in grado di curare l'Influenza

Il muco viscido di una rara specie di rana indiana potrebbe essere utilizzato per creare farmaci in grado di curare l’Influenza. Un gruppo di ricercatori dell’Emory Vaccine Center di Atlanta (USA) e del Rajiv Gandhi Center for Biotechnology in India ha scoperto che il muco prodotto dalla pelle della rana “Hydrophylax bahuvistara” contiene peptidi in grado di eliminare i virus influenzali. In particolare, gli studiosi hanno scoperto che questi peptidi possono distruggere molti ceppi di virus dell’Influenza e si sono rivelati in grado di proteggere i topi dall’Influenza stagionale. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Immunity.

Secondo gli scienziati questi peptidi anti-influenzali potrebbero essere utili quando non sono disponibili vaccini, ad esempio nel caso di un nuovo ceppo pandemico, oppure quando i ceppi circolanti diventano resistenti ai farmaci attuali. Per individuare i peptidi promettenti i ricercatori ne hanno testati 32, ma solo 4 sono risultati efficaci come antivirali. Uno in particolare e’ risultato estremamente efficace. Si tratta dell’urumina, che si lega a una proteina presente sulla superficie del virus, la emoagglutinina, e riesce a destabilizzarlo fino a disgregarlo. Al momento il peptide risulta efficace contro il ceppo della H1N1, ma non contro alcuni ceppi della più recente H3N2.