Maltempo, Confagricoltura Friulia: “Dalla gelata forti danni ai vigneti”

"Un evento cosi' straordinario non si vedeva da oltre 40 anni", afferma Giovanni Foffani, presidente di Confagricoltura Udine e viticoltore riferendosi al maltempo della scorsa notte

“Un evento cosi’ straordinario non si vedeva da oltre 40 anni”. Sono le parole di Giovanni Foffani, presidente di Confagricoltura Udine e viticoltore riferendosi alla situazione meteorologica della scorsa notte. “Verso le ore 4-6, le temperature spiega – sono scese a -1/-2 gradi provocando il gelo all’interno delle giovani foglie e dei germogli delle viti. Quando e’ spuntato il sole si e’ creato un ‘effetto lente’ che ha letteralmente ‘lessato’ la giovane vegetazione. Difficile, per ora quantificare il danno sull annata vitivinicola, ma sara’ di un certo rilievo. Bisognera’ vedere ora come reagiranno le piante e se la vegetazione sara’ in grado di recuperare le ferite causate da questo evento calamitoso. Tra le varieta’ piu’ colpite ci sono, sicuramente, quelle precoci: Glera (Prosecco), Pinot grigio e Refosco. Purtroppo, pare che la gelata abbia interessato tutta l area settentrionale della Penisola, con danni molto rilevanti in tante aree vitivinicole di pregio”.

“Probabilmente la normativa vigente non consentira’ la dichiarazione di calamita’ naturale per dare un ristoro economico ai produttori – conclude Foffani – ma l evento verificatosi nella notte e’ talmente straordinario, geograficamente diffuso e interessante diverse coltivazioni che gli amministratori pubblici dovrebbero almeno fare qualche tentativo di intervento urgente”.