Marcia per la scienza: sabato oltre 500 eventi nel mondo, anche Roma aderisce

Tutto pronto per la grande 'Marcia per la scienza', organizzata per difendere l'indipendenza della ricerca dalle ingerenze della politica

Tutto pronto per la grande ‘Marcia per la scienza’, organizzata per difendere l’indipendenza della ricerca dalle ingerenze della politica. All’appuntamento, previsto per sabato 22 aprile in occasione dell’Earth Day 2017, parteciperanno i ricercatori di tutto il mondo. Si tratta di un’iniziativa nata negli Usa come reazione alle posizioni del neo-presidente Trump, che si è poi rapidamente diffusa in tutto il monto, coinvolgendo diverse città con più di 500 eventi. Anche l’Italia aderirà con una manifestazione nel centro di Roma alla quale parteciperanno molte personalità di spicco della comunità scientifica. Previsto un collegamento in diretta con la ‘March for Science’ di Washington.

“Gli ultimi cambiamenti delle politiche riguardanti la ricerca negli Usa hanno creato serie preoccupazioni tra gli scienziati”, si legge nel manifesto dell’iniziativa. “L’incredibile e immediata esplosione di solidarieta’ ha dimostrato quanto quelle preoccupazioni siano largamente condivise in tutto il pianeta. Il tentativo tutt’ora in atto di caratterizzare i risultati delle ricerche scientifiche come una mera opinione di parte, che ha dato al Governo statunitense la legittimita’ di rifiutare l’evidenza scientifica, e’ un problema urgente e critico. E’ arrivato il momento, per le persone che supportano la ricerca scientifica, di prendere posizione pubblicamente”.

L’Italia aderisce con azioni e idee alla Marcia per la Scienza, aggiungendovi alle suddette anche le attuali tematiche dell’arretratezza del nostro Paese riguardo alle politiche di istruzione e ricerca. La marcia partirà dal Pantheon alle 16 per terminare alle 17 in piazza Campo de’ Fiori. Dal palco della Terrazza del Pincio seguiranno due ore dedicate ad interventi di scienziati, artisti e collegamenti con le altre marce europee.