Natale di Roma: ecco le attività all’insegna di fitness e benessere per tutta la famiglia

A ETERNA#2770 Fabio Damiani propone alcuni percorsi di attività sportiva e benessere gratuiti per famiglie, adulti e bambini

A ETERNA#2770 – l’appuntamento del Compleanno di Roma che si svolge dal 21 al 23 aprile al laghetto dell’Eur (riva sinistra, ingresso V.le Oceania 90) – nella sezione dedicata al fitness Fabio Damiani propone alcuni percorsi di attività sportiva e benessere gratuiti per famiglie, adulti e bambini.

Dalle 10.00 di domenica 23 aprile le rive del laghetto dell’Eur si trasformeranno in una grande palestra all’aperto: nove ore d’intenso allenamento per adulti e per bambini, con Eterna#2770.

Eterna#2770 è il festival dedicato a Roma e ai romani per festeggiare la città eterna e le sue 2770 candeline. È una tre giorni di eventi gratuiti: musica, arte, street art, cinema, spettacolo, performance, parkour, food & fitness, riuniti da ASD Palio di Roma che ha organizzato questo festival al laghetto dell’EUR per l’annuale appuntamento del Natale di Roma, patrocinato da Roma Capitale.

All’interno del ricco programma che il 23 aprile coinvolge il pubblico in esercizi e attività per il benessere e la cura del corpo, Fabio Damiani – direttamente dalle palestre Heaven Sporting Club, partner del festival – propone una serie di attività per avvicinare le famiglie al mondo del fitness con lezioni di tonificazione, zumba, pilates, dance, ginnastica posturale.
Sono i bambini i protagonisti di questa domenica all’insegna dello sport!
Un momento di aggregazione sociale in cui i genitori e i più piccoli possono scoprire insieme l’attività fisica e il piacere di fare movimento in modo giocoso e divertente.

In particolare Damiani risveglia i romani con una lezione di tonificazione e un percorso definito “preistorico” che vuole richiamare la memoria dei movimenti iniziali dell’infanzia.

Abbiamo deciso (come palestre Heaven) di proporre un servizio anche per i più piccoli – a 360°, per soddisfare tutti i tipi di richieste: dall’adulto al bambino. Dalla mamma in dolce attesa al bambino che ama scatenarsi, coinvolgendo anche chi invece non si muove in maniera fluida. Tutto preso come un gioco per divertirsi! E avere conoscenza della parola “movimento” – spiega Fabio Damiani personal Trainer con un’esperienza di oltre quindici anni nel settore del fitness e dello sport – Ho chiamato il percorso preistorico perché al suo interno il bambino dovrà superare 12 ostacoli in cui eseguire “movimenti e movenze primitive” corrispondenti a quelle che l’essere umano adulto perde nel corso della vita a causa dell’adattamento alla società moderna con le sue comodità. Un tema che suggerisce un vero e proprio percorso per portarci indietro nel tempo e per fare tutti quei movimenti che, prima, anche gli adulti facevano nell’antichità. Consiste nell’esecuzione di Prime Movement, come rotolamenti, cambi di direzione, superamento di difficoltà tutto questo diviso in 12 ostacoli, ogni 4 ostacoli saranno gestiti da 1 istruttore che porterà il bambino a superare con efficienza la difficoltà. Si parte dal primo ostacolo accompagnato dal genitore, che potrà essere riabbracciato alla fine del circuito”.

L’attività di Fitness è per i più grandi un momento di aggregazione in cui l’obiettivo è di eseguire delle sequenze che possano impegnarli dal punto di vista metabolico, accompagnate da esercizi specifici per tutto il corpo che possono definirsi “esercizi funzionale e di forza”. Un esercizio che è accompagnato dall’attività di tonificazione.

La parola ‘tonificazione’ vuol dire tutto e niente – spiega meglio Fabio Damiani – ovvero perde completamente di significato se non viene menzionato l’esercizio fisico che viene caratterizzato dal parametro dell’intensità”.

La lezione di tonificazione proposta da Damiani richiede dei livelli d’intensità sia dal punto di vista metabolico sia neuromuscolare che chiederanno all’utente un lavoro meccanico importante e di conseguenza un dispendio calorico.

“Il corpo umano si dovrà adattare come meglio può alle difficoltà che la lezione può creare, e a sua volta creare un adattamento che porterà benefici in termini prestativi ed estetici nel momento successivo del recupero – continua Damiani – Naturalmente tutto questo viene fatto a tempo di musica, dove la componente coordinativa sarà predominante. È rivolta a un pubblico misto, le fasce di età non sono un parametro da tenere in considerazione perché ogni persona regolerà autonomamente il suo volume di lavoro in base alla sua biodisponibilità. Ma i soggetti devono poter essere definiti sani, per poter rispondere alle richieste della proposta fitness. Tutto questo, adattamento compreso, serve per migliorare l’efficienza: chi farà esercizio migliorerà così i propri parametri di massimo consumo di ossigeno, la resistenza alla fatica e una maggiore qualità muscolare e funzionale”.