Protesta piccoli pescatori, l’eurodeputato Cozzolino: “E’ legittima, si apra un tavolo al Ministero per dare risposte”

L'eurodeputato Andrea Cozzolino chiede un tavolo per affrontare le questioni che si riferiscono ai piccoli pescatori

L’eurodeputato del gruppo Socialisti e Democratici, Andrea Cozzolino, chiede un tavolo per affrontare le questioni che si riferiscono ai piccoli pescatori. “La tutela dell’Habitat marino – afferma Cozzolino – e la preservazione di adeguati livelli di stock ittici rappresentano solo due degli obiettivi principali della politica della pesca europea. Nel corso degli anni si sono susseguiti interventi e regolamentazione che, per quanto condivisibili nei fini, hanno finito col gravare in maniera pressoché esclusiva sulla platea dei piccoli pescatori, che sempre più prede di maglie e restrizioni, è stata ridimensionata e ridotta, a esclusivo beneficio dei grandi pescherecci. Eppure più volte anche a livello europeo abbiamo riconosciuto il grande ruolo dei piccoli pescatori e il loro ruolo nel mantenimento di un ecosistema marino sostenibile. Tuttavia speso le istituzioni restano sorde e indifferenti acuendo problemi e portando all’esasperazione situazioni risolvibili con il buon senso. La protesta dei piccoli pescatori è assolutamente legittima e non può essere ignorata, come non possono essere ignorate le loro richieste in materia di gestione delle quote e di meccanismi sanzionatori. Per questo ritengo opportuno e urgente l’apertura di un tavolo presso il ministero che contribuisca a scongiurare proteste estreme e soprattutto che dia risposte a un comparto che da lavoro e reddito a migliaia di famiglie”.