Quinoa: uno pseudo-cereale ricco di proprietà benefiche

La quinoa, originaria del Centro-Sud America, è uno pseudo-cereale ricco di proprietà benefiche. Scopriamo quali

Originaria del Centro-Sud America, la quinoa (Chenopodium quinoa) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae. Si tratta di uno pseudo-cereale, totalmente privo di glutine, pertanto ideale per i celiaci. Composta per il 60% da carboidrati complessi a basso indice glicemico, aiuta a contenere i livelli di zuccheri nel sangue e a tenere sotto controllo la male.

Alleata naturale nei casi di diabete di tipo 2, rientra a pieno titolo tra gli alimenti da impiegare nelle diete ipocaloriche, migliorando il funzionamento e il transito intestinale, oltre a ridurre l’acidità gastrica e i disturbi ad essa correlati (es. ulcera e gastrite). Ricca di vitamine e minerali, in particolare magnesio, potassio e zinco, la quinoa migliora il metabolismo e, essendo ricca di antiossidanti, neutralizza gli effetti dannosi dei radicali liberi, contrastando l’invecchiamento cellulare. Inoltre la riboflavina previene le emicranie e migliora la funzionalità delle cellule cerebrali, mentre il suo contenuto in acidi grassi polinsaturi contrasta l’aterosclerosi.

QUINOA 2Come utilizzare la quinoa? Essa è estremamente versatile in cucina e può essere usata direttamente in semi o sotto forma di farina. I semi, dalla preparazione simile a quella del riso, si prestano ad infiniti abbinamenti (es. con pomodori, zucchine e zenzero), mentre la farina è impiegata per la produzione di prodotti dolciari e da forno (es. croccanti biscotti, abbinati al miele). Ma i suoi usi non sono terminati. Con la quinoa, infatti, si realizzano polpette e hamburger, ripieni (al posto del pane raffermo) oppure è possibile fare, con essa, una sfiziosa colazione, accompagnata da mirtilli e frutti rossi, mandorle e caffè.