Terremoto: azzerati gli obblighi fiscali nei Comuni del Cratere

Nei Comuni del Cratere sismico 2016, per 2 anni (prorogabili di un'ulteriore annualità), le imprese saranno esentate dagli obblighi fiscali e contributivi

“Nei Comuni del Cratere sismico 2016, per 2 anni (prorogabili di un’ulteriore annualità), le imprese saranno esentate dagli obblighi fiscali e contributivi.” Lo ha annunciato, oggi a Pescara, il presidente della giunta regionale dell’Abruzzo Luciano D’Alfonso, illustrando i principali aspetti del nuovo decreto sul terremoto approvato dal Governo martedì scorso. “Si tratta di un provvedimento adottato per la prima volta in Italia – ha spiegato D’Alfonso – perché riguarda sia gli adempimenti fiscali, che quelli contributivi. Per centrare l’obiettivo è stato portato avanti un lavoro minuzioso, che ha visto l’impegno del premier Paolo Gentiloni, del sottosegretario Maria Elena Boschi, del ministro Pier Carlo Padoan, del commissario per la ricostruzione Vasco Errani, di tutte le rappresentanze italiane al Parlamento europeo. E’ un grande risultato, anche perché il rischio era di vedere ricostruite le mura e gli edifici dei borghi dell’Appennino, senza però che in quelle aree tornasse anche la vitalità economica”.