Terremoto Centro Italia: Pasqua precaria, ma all’insegna della speranza

Una Pasqua precaria e all'insegna della speranza quella celebrata nel centro Italia colpito dal Terremoto

LaPresse/Mario Sabatini

Una Pasqua precaria e all’insegna della speranza quella celebrata nel centro Italia colpito dal Terremoto. Ad Ascoli Piceno ha riaperto la cattedrale di Sant’Emidio: “La situazione attuale dopo alcuni mesi dal Terremoto continua ad essere molto precaria,” ha spiegato a Radio Vaticana il vescovo mons. Giovanni D’Ercole. “C’e’ la necessita’ di sicurezza, di tranquillita’ e di fiducia. Sicurezza e tranquillita’ nel senso che ci vogliono le case, sono arrivate alcune casette di legno, ne mancano altre, ci sono delle abitazioni multiple fatte con i container, dunque la gente piano piano ritrova un po’ di normalita’, pero’ certamente ci vuole la stabilita’ data da una struttura sicura e da un ritmo di vita tranquillo,” sottolinea mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia.