Ambiente e Alternanza scuola-lavoro: JA Italia premia il Liceo Paolo Carcano di Como come migliore impresa per la sostenibilità ambientale

Per un intero anno scolastico, seguiti da esperti di sostenibilità ambientale, 1.200 ragazzi tra i 16 e i 19 anni di 58 classi in 30 Licei della Lombardia, hanno individuato un’idea di business e progettato la sua realizzazione

Si è svolta oggi a Milano la Fiera Green Jobs, l’evento finale del programma innovativo di educazione all’imprenditorialità “green” di Fondazione Cariplo, InVento Innovation Lab e Junior Achievement Italia. Per un intero anno scolastico, seguiti da esperti di sostenibilità ambientale, 1.200 ragazzi tra i 16 e i 19 anni di 58 classi in 30 Licei della Lombardia, hanno individuato un’idea di business e progettato la sua realizzazione, fondando e gestendo come veri e propri imprenditori delle “startup” di studenti.

Green Jobs è un’esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro, giunta quest’anno alla sua seconda edizione, adeguatamente disegnata per i Licei con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani partecipanti ad adottare un approccio più intraprendente e consapevole verso le prossime scelte formative, accompagnandoli alla scoperta del mondo del lavoro in cui scoprire e misurare i propri talenti.

Nata su proposta di Fondazione Cariplo, ha visto coadiuvare la pluriennale esperienza di JA Italia nell’ambito dell’educazione imprenditoriale, attraverso la metodologia della mini-impresa di studenti che caratterizza il programma “Impresa in azione”, con le specifiche conoscenze ambientali messe in campo da InVento Innovation Lab.

Il programma si è concluso oggi con la Fiera Green Jobs ospitata presso lo spazio MegaWatt Court a Milano. Durante la manifestazione le 58 mini-imprese nate tra i banchi di scuola hanno avuto la possibilità di allestire uno stand e presentare le proprie idee imprenditoriali sostenibili.

A trionfare sono stati gli studenti del Liceo Paolo Carcano di Como vincitori del premio Migliore Impresa Green Jobs con Step App, l’applicazione che permette di guadagnare monete virtuali camminando che potranno essere convertite in buoni o premi offerti dai punti vendita del territorio.

Step App parteciperà alla competizione nazionale BIZ Factory di Junior Achievement Italia giunta quest’anno alla sua 14a edizione, in programma a Milano il 5-6 giugno prossimi e si contenderà il titolo di Migliore Impresa JA 2017 che rappresenterà l’Italia alla JA Europe Company of the Year Competition a Bruxelles.

Gli studenti-imprenditori sono stati valutati da una giuria di elevato livello professionale composta da docenti universitari, imprenditori e startupper green, esperti di sostenibilità ambientale presieduta da Sonia Cantoni, consigliere di Fondazione Cariplo.

Sono stati inoltre consegnati premi speciali che hanno riconosciuto il lavoro svolto dai team su specifiche funzioni aziendali: il Premio Migliore Strategia di Marketing è stato vinto dall’Impresa Cynthia del Liceo Artistico Foppa di Brescia, il Premio Prodotto più Innovativo è stato vinto dall’Impresa Biovo del Liceo Volta di Lodi, il Premio Team più Imprenditivo è stato vinto dall’Impresa Stub del Liceo Oberdan di Treviglio (BG). Infine la giuria popolare ha scelto di premiare il team AppRise del Liceo Sereni di Luino (VA).

“Il progetto che promuove l’imprenditorialità nel settore dei Green Jobs è un tassello importante dell’impegno di Fondazione Cariplo sul fronte del contrasto alla disoccupazione giovanile” spiega Giuseppe Guzzetti, Presidente di Fondazione Cariplo. “Con Cariplo Factory agiamo per la creazione di 10mila opportunità di impiego sul fronte delle nuove tecnologie, con Neetwork aiutiamo i ragazzi sfiduciati che ormai non cercano più il lavoro e vivono alla giornata. Green Jobs e le altre iniziative hanno un importante fattor comune: puntano sulla formazione per creare le competenze che mancano. Abbiamo ragazzi in gamba, hanno bisogno di opportunità per entrare nel mondo del lavoro, ma anche di perfezionare le loro competenze. Due elementi importanti per una chiave vincente”.

Un momento di conclusione che ha visto emergere l’importanza di investire nell’educazione imprenditoriale dei giovani come migliore soluzione a urgenze quali la disoccupazione giovanile, il talent mismatch e una riscoperta di professioni green che hanno sempre più bisogno di ragazzi brillanti e intraprendenti.