Ambiente: il Florovivaismo entra dalla porta principale alla Camera dei Deputati

Il Florovivaismo finalmente ha l’opportunità di far sentire la propria voce e contribuire allo sviluppo e alla concretizzazione di progetti a favore dell’ambiente

LaPresse/Xinhua

Il Presidente di Assofloro Lombardia, Nada Forbici,  ha ricevuto l’incarico come Consulente del Presidente della VI Commissione permanente Finanze all’interno della Consulta degli Esperti della Camera dei Deputati.

Il Florovivaismo finalmente ha l’opportunità di far sentire la propria voce e contribuire allo sviluppo e alla concretizzazione di progetti, cui sta lavorando da anni, a favore del verde e, di conseguenza, dell’ambiente, della salute pubblica, del clima, del patrimonio immobiliare, della qualità della vita.

Il Presidente della Commissione Finanze della Camera, Onorevole Maurizio Bernardo, ha istituito una Consulta di Esperti, coinvolgendo alcuni rappresentanti del mondo delle Associazioni, delle Professioni, delle Università e delle Imprese. Il Florovivaismo  è entrato a far parte di questa Consulta di Esperti con la nomina di Nada Forbici (presidente dell’Associazione Regionale Assofloro Lombardia e della Provinciale Associazione Florovivaisti Bresciani), scelta dalla Commissione Finanze tra i 100 esperti che elaboreranno proposte e progetti nell’interesse del Paese.

 “La Consulta di Esperti – spiega in un comunicato il Presidente della Commissione Finanze della Camera, Maurizio Bernardo – che mi affianca nei lavori della Commissione, composta da presidenti di Associazioni di categoria, Ordini professionali, Accademici e Rappresentanti di enti no profit, già si riunisce da diversi mesi a Milano e Roma per elaborare proposte e progetti. A breve, il team terrà incontri pubblici per illustrare il lavoro svolto dalla società civile, nell’esclusivo interesse del Paese e di Milano, cuore economico e finanziario dell’Italia”.

Sono coinvolti i diversi comparti: finanza e fisco, formazione e lavoro, commercio e servizi, ricettività e turismo, welfare e sicurezza, sviluppo del territorio, ambiente e cultura, con un occhio attento al sociale. In base alle competenze sono stati creati sei macro gruppi il cui ruolo, all’interno della consulta, è supportare con competenza tecnica, ognuno per il proprio settore, il Presidente della Commissione Finanze della Camera affinché possa legiferare.

Tra i progetti di legge all’esame della commissione c’è la Proposta di Legge Bernardo, Tentori e il DDL Susta: “Introduzione dell’articolo 16-ter del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, in materia di detrazione delle spese per interventi di ‘sistemazione a verde’ di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private” (3787).

“Questo progetto e l’ascolto riservato a chi è stato coinvolto, è un segnale chiaro della volontà di avvicinare ulteriormente la politica ai reali bisogni del mercato e del territorio. Le ricadute possono essere davvero importanti, come importante è il riconoscimento nei confronti del comparto Florovivaistico e della nostra categoria”- afferma Nada Forbici- .

Il Florovivaismo, nella figura del Presidente Nada Forbici, è inserito nel macro gruppo Fisco e per quanto riguarda il Welfare i compartimenti Ambiente, Fiscalità ambientale e Green Economy e Salute.

Un palese riconoscimento del peso e del contributo che i Florovivaisti possono offrire anche al sistema economico e sociale del Paese.