Corea del Nord, testato missile: Kim Jong-un agli USA, “se provocate sarà un disastro”

Kim Jong-un avverte Washington che, se sta "cercando di provocare", non sfuggirà al "peggior disastro della storia".

LaPresse/Reuters

La Corea del Nord ha confermato di aver lanciato con successo un nuovo tipo di missile balistico a lungo raggio, battezzato Hwasong 12, in grado di trasportare una testata nucleare “grande“. A riferirlo è stata Kcna, l’agenzia di stampa statale nordcoreana. Il leader del regime Kim Jong-un era presente al lancio, secondo quanto spiegato dall’agenzia: è stato effettuato dal governo al fine di “verificare le caratteristiche tattiche e tecniche del missile balistico di nuova concezione in grado di trasportare una testata nucleare pesante di grandi dimensioni“. Il missile ha “accuratamente colpito il suo obiettivo in mare aperto a 787 km di distanza“, ha riferito Kcna. Osservando l’operazione, Kim ha messo in guardia gli Stati Uniti che “non dovrebbero ignorare o sottovalutare il fatto che il suo territorio e le sue operazioni nella regione del Pacifico sono nel range di un attacco“. Il leader nordcoreano ha inoltre ordinato agli scienziati e ai tecnici di continuare a sviluppare mezzi più precisi e diversi e armi nucleari avvertendo Washington che, se sta “cercando di provocare“, non sfuggirà al “peggior disastro della storia“.