Decreto vaccini, l’Ordine dei Medici: “Apprezziamo l’impegno e la determinazione del ministro Lorenzin su questo tema”

«Come medici, prima ancora che come presidenti dei rispettivi Ordini, sentiamo il dovere di esprimere apprezzamento per l’impegno e la determinazione con la quale il ministro Beatrice Lorenzin ha portato avanti il suo impegno sul tema dei vaccini»

«Come medici, prima ancora che come presidenti dei rispettivi Ordini, sentiamo il dovere di esprimere apprezzamento per l’impegno e la determinazione con la quale il ministro Beatrice Lorenzin ha portato avanti il suo impegno sul tema dei vaccini». Queste le parole di Silvestro Scotti, Filippo Anelli e Giacomo Caudo (rispettivamente presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, dell’Ordine dei Medici di Bari e dell’Ordine dei Medici di Messina) a commento di quanto avvenuto oggi in Consiglio dei Ministri che, dopo oltre due ore di discussione ha varato il decreto proposto da Beatrice Lorenzin che di fatto ristabilisce l’obbligatorietà vera delle vaccinazioni.

«Nel nostro ruolo di presidenti  – aggiungono – vogliamo sottolineare che questa presa di posizione chiara e netta da parte di Roma ci mette ora in condizione di esercitare con maggiore forza i nostri compiti istituzionali».

Per quel che riguarda Silvestro Scotti, già portavoce della Federazione degli Ordini, la Campania è tra le regioni nelle quali il tema dei vaccini, anzi delle carenti coperture vaccinali, sta creando i maggiori rischi. «L’Ordine di Napoli – dice – sarà implacabile nel sanzionare, ove ve ne fossero, medici contrari alle vaccinazioni. Del resto – conclude Scotti – sarebbe un paradosso se ad essere sanzionati  fossero solo i genitori. Come medici abbiamo la responsabilità non solo di consigliare sempre i vaccini, ma anche di far comprendere alle mamme e ai papà quale sia la loro importanza. Solo con un cambio culturale possiamo sperare di rimettere a posto le cose. Direi che da oggi siamo sulla strada giusta».