Ebola, epidemia in Congo: pronte 300mila dosi di vaccino

Dopo la conferma ufficiale del ministero della Sanità della Repubblica Democratica del Congo della presenza di numerosi casi di Ebola, Gavi dichiara di essere pronta a sostenere gli sforzi del governo per frenare il virus

Dopo la conferma ufficiale del ministero della Sanità della Repubblica Democratica del Congo della presenza di numerosi casi di Ebola, Gavi (l’Alleanza Mondiale per Vaccini e Immunizzazione) dichiara di essere pronta a sostenere gli sforzi del governo per frenare il dilagare del virus. “È terribile che gli abitanti del Congo debbano nuovamente affrontare questa terribile malattia- dice il dottor Seth Berkley, Ceo di Gavi- Il fatto che si tratti di un Paese che ha già superato crisi simili in materia di Ebola ci aiuta a sperare che non assisteremo a una pandemia grave come quella che nel 2014 ha colpito l’Africa occidentale. Siamo pronti a supportare il governo della Repubblica Democratica del Congo nella lotta contro l’Ebola”.

Grazie a un accordo tra Gavi e Merck, società farmaceutica che produce il vaccino Ebola rVSV-ZEBOV, il prodotto sarà disponibile in caso di epidemia. Sarà l’Oms a stabilire se e quando sarà opportuno distribuire il vaccino. “Grazie all’accordo fra Gavi e Merck- prosegue Berkley- saranno disponibili 300mila dosi di vaccino Ebola per arrestare un’epidemia che rischia di trasformarsi in una pandemia. Il vaccino ha dimostrato un’elevata efficacia negli studi clinici e potrebbe svolgere un ruolo fondamentale nella protezione dei soggetti piu’ vulnerabili”.