Embrioni umani, Papa: “nulla giustifica la loro distruzione”

Papa Francesco ha riaffermato l'illiceità morale delle tecniche di crioconservazione degli embrioni

LaPresse/Reuters

“Nessuna finalita’ puo’ giustificare la distruzione di embrioni umani”. Papa Francesco ha riaffermato l’illiceita’ morale delle tecniche di crioconservazione degli embrioni ricevendo le persone affette dalla corea di Huntington, accompagnate dai loro familiari. “Alcuni filoni di ricerca – ha spiegato – utilizzano embrioni umani causando inevitabilmente la loro distruzione. Ma sappiamo che nessuna finalita’, anche in se’ stessa nobile, come la previsione di una utilita’ per la scienza, per altri esseri umani o per la societa’, puo’ giustificare la distruzione di embrioni umani”.

“Sono qui presenti – ha continuato – genetisti e scienziati che da tempo, senza lesinare energie, si dedicano allo studio e alla ricerca di una terapia per la malattia di Huntington. E’ evidente che sul vostro lavoro c’e’ uno sguardo carico di attesa: dai vostri sforzi dipende la speranza di poter trovare la via per la guarigione definitiva dalla malattia, ma anche per il miglioramento delle condizioni di vita di questi fratelli e per l’accompagnamento, soprattutto nelle delicate fasi della diagnosi, di fronte all’insorgenza dei primi sintomi. Che il Signore – ha concluso il Papa – benedica il vostro impegno!“.