Fragole: perché coltivarle e mangiarle fresche

Analizziamo le proprietà, i benefici e le controindicazioni delle fragole.

marucyan

Le fragole sono il mio frutto preferito: adoro la loro forma, i colori che hanno ed anche il loro sapore dolce e quel profumo che riconoscerei tra mille altri (non per nulla i romani le chiamavano “fragrans”).
Proprio per questo da diversi anni mi premuro di coltivarle di persona, così che non possa mai restarne senza in primavera ed evitare di acquistare robaccia piena di pesticidi (le fragole sono tra i frutti più irrorati con pesticidi).

Breve presentazione

La fragola è il frutto di una pianta del genere Fragaria.
In realtà le fragole non sono un frutto dal punto di vista botanico, perchè i frutti veri e propri sarebbero quei semini gialli che vediamo sulla superficie della fragola: gli acheni.

Le fragole oggigiorno vengono prodotte ed immesse nel mercato globale da America e Turchia. In Italia ne vengono coltivate circa 135.320 tonnellate: poca roba rispetto alle 1.371.573 tonnellate degli USA (dati 2014 distribuiti dalla FAO).

Le varietà di fragola più coltivate sono:

  • Alba
  • Arosa
  • Belrubi
  • Carezza
  • Darselect
  • Gorella
  • Pocahontas
  • Roxana
  • Sabrosa

Tutti i benefici delle fragole per la salute

Prima di analizzare i benefici per la salute delle fragole, partiamo dai loro valori nutrizionali.

146 grammi di fragole contengono circa 43 Kcal e:

  • Acqua → g 131
  • Proteine → g 0.88
  • Grassi totali → g 0.53
  • Zuccheri → g 10.1
  • Fibre → g 3.3
  • Ceneri → g 0.62

E vitamine?

  • Vitamina A → IU 39
  • Vitamina C → mg 82
  • Vitamina E → mg ATE 0.20

E minerali?

  • Calcio → mg 20
  • Ferro → mg 0.55
  • Magnesio → mg 14
  • Potassio → mg 240
  • Sodio → mg 1.44

Passiamo adesso alle proprietà delle fragole

Le fragole hanno le importanti proprietà di:

  1. alleviare (seppur lievemente) il dolore cronico.
  2. attivare e regolarizzare il metabolismo, attraverso l’apporto di acqua, poche calorie, fibre ed enzimi specifici per la digestione dei grassi.
  3. contrastare le rughe, la ritenzione idrica, le gambe gonfie e pesanti e la cellulite, perchè contengono potassio e vitamina C (5 fragole = 1 arancia) che migliora l’assorbimento del ferro – utile a sua volta ai globuli rossi, ai muscoli e per la formazione del collagene.
  4. diminuire il colesterolo cattivo.
  5. favorire la diuresi e la depurazione dell’organismo, grazie soprattutto al fatto che siano composte quasi esclusivamente d’acqua.
  6. mantenerci giovani e giovare al cervello, attraverso gli antiossidanti e l’acido folico (prezioso amico per mantenere in salute la memoria).
  7. migliorare e mantenere alte le difese immunitarie per via dell’acido salicilico (molecola che su molti “autorevoli” siti  di salute e benessere confondono con l’acido acetilsalicilico – quello dell’aspirina per intenderci – ma son due cose diverse).
  8. proteggere la salute dei denti e la loro bellezza, grazie allo xilitolo che previene la formazione della placca dentale.

Suggerimenti per comprare delle ottime fragole

Il primo consiglio è di acquistare le fragole solo in primavera, la loro stagione.
Preferite quelle dal colore uniforme e vivo.
Fate attenzione anche alla consistenza della fragola: non deve essere troppo morbida.
Date un’occhiata anche al picciolo; e state attenti che in fondo alla vaschetta non ci siano frutti ammaccati o, peggio, ammuffiti.

Controindicazioni

Le fragole sono potenzialmente allergizzanti. L’indiziato numero uno è la Fragaria allergen 1.

Fonti che ho utilizzato per realizzare questo articolo sulle fragole: