Ischia: barca contro gli scogli, la Guardia Costiera salva una famiglia

Operazione di salvataggio della Guardia Costiera di Ischia che ieri ha prestato soccorso ad un'imbarcazione di 15 metri schiantatasi sugli scogli di Punta San Pancrazio

Operazione di salvataggio della Guardia Costiera di Ischia che ieri ha tratto in salvo una famiglia di 4 persone, marito e moglie e i due figli di 4 e 13 anni, a bordo di un’imbarcazione di 15 metri che si era schiantata sugli scogli di Punta San Pancrazio. La motovedetta Cp 807 si è attivata a seguito della richiesta di aiuto giunta alla sala operativa dell’Ufficio circondariale marittimo di Ischia verso le ore 21. Giunti sul posto, gli uomini della Guardia Costiera hanno provveduto a trarre in salvo il conduttore dell’unità, mentre i rimanenti membri della famiglia sono stati salvati da un’imbarcazione a vela ormeggiata nel porto di Sant’Angelo, la prima a intervenire sul luogo dell’incidente. L’equipaggio della motovedetta Sar giunto sul posto ha provato a mettere in sicurezza l’imbarcazione che, a causa dei danni riportati, ha cominciato a imbarcare acqua per poi affondare a poche centinaia di metri dalla costa. I naufraghi sono stati portati al porto di Ischia dove sono stati visitati da personale del 118. I quattro sono giunti in buone condizioni di salute, sebbene visibilmente provati e scossi. Per tre di loro sono stati comunque ritenuti necessari accertamenti precauzionali nell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, sull’isola d’Ischia. La Guardia Costiera sta indagando per fare chiarezza sulla dinamica dell’accaduto. Saranno poi avviate anche le procedure per il recupero dell’imbarcazione al fine di scongiurare pericoli per l’ambiente marino e costiero.