Istat: il titolo studio è ereditario, niente laurea con un reddito basso

Istat: il tasso di occupazione cresce per tutti i livelli di istruzione nel 2016, soprattutto tra i laureati

Il 40% dei figli in famiglie con un livello d’istruzione basso non va oltre la licenza media, mentre poco più di uno su dieci riesce a ottenere un titolo universitario. All’opposto, l’incidenza dei titoli di licenza media è meno del 4% tra i figli dei laureati che hanno un titolo di studio universitario in oltre il 60% dei casi: il dato emerge dal Rapporto annuale 2017 dell’Istat. Il tasso di occupazione cresce per tutti i livelli di istruzione nel 2016, soprattutto tra i laureati (77,6%, +1,3 punti percentuali sull’anno precedente). L’occupazione continua ad aumentare nelle professioni non qualificate (+2,1%), in quelle esecutive nel commercio e nei servizi (+2,0%), e nelle professioni qualificate e tecniche (+1,8%), mentre diminuisce tra operai e artigiani (-0,5% rispetto al 2015, in valore assoluto oltre un milione in meno che nel 2008). La quota di laureati (o più) è invece molto alta nel gruppo della classe dirigente, sia in media, sia nelle diverse classi d’età; quella di diplomati è cospicua in tutti i gruppi ma raggiunge i livelli massimi nelle famiglie di impiegati e delle pensioni d’argento.