Ricerca: 90 robot col bisturi in Italia per oltre 70 mila interventi dal 1999

In Italia sono operativi circa 90 robot chirurgici: a renderlo noto sono i ricercatori dell'Università Campus Bio-Medico di Roma

La chirurgica robotica è ormai una consolidata realtà e, nonostante qualche resistenza e i costi non indifferenti, in Italia sono operativi circa 90 robot chirurgici e dal 1999 ad oggi sono stati oltre 70mila i pazienti operati. A renderlo noto sono i ricercatori dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, che anche quest’anno hanno celebrato la Giornata della ricerca, concentrandosi in questa edizione sul tema ‘Innovazione e tecnologia per la Salute umana’. “I principali vantaggi della chirurgia robotica – spiegano i ricercatori del Campus romano – sono la facilità di accesso a zone anatomiche difficoltose, la visione tridimensionale del campo operatorio e le piccole incisioni che consentono di abbreviare la degenza in ospedale. Il limite più importante, soprattutto in tempi di scarsità di risorse come gli attuali, è l’alto costo dell’apparecchiatura, che si attesta tra i 2 e i 3 milioni di euro, cui si deve aggiungere la spesa annuale di manutenzione, circa 100mila euro. Un investimento – concludono – che si giustifica soltanto con un utilizzo full-time“.