Spazio, obiettivo Europa: call della NASA per gli strumenti a bordo del lander

La NASA ha aperto una call per la selezione degli strumenti da mettere a bordo del lander diretto sulla luna ghiacciata di Giove, Europa

Europa si conferma sempre più come candidata ideale per nuove missioni esplorative. La NASA, ha da poco aperto una call per la presentazione di strumenti scientifici da inviare a bordo del lander che ha come obiettivo la luna ghiacciata di Giove.

La missione non è stata ancora formalmente approvata dalla NASA anche se  la Planetary Science Division dell’agenzia, ha messo a disposizione un finanziamento per procedere alla selezione della strumentazione.
Al centro della missione – spiega l’Agenzia Spaziale Italiana – la volontà di esplorare questa luna che potrebbe ospitare forme di vita sotto la sua superficie ghiacciata. “Vogliamo coinvolgere fin da ora la comunità scientifica in quest’avventura – ha detto Thomas Zurbuchen della NASA – perché sappiamo che dietro a una richiesta di questo genere c’è un’immensa mole di lavoro da svolgere e vogliamo essere preparati”.

Le proposte, dieci al massimo,  verranno sottoposte a un processo di valutazione in due fasi, per garantire che gli strumenti siano compatibili con lo scopo della missione. I partecipanti alla prima selezione avranno a disposizione 12 mesi e un budget di 1,5 milioni di dollari a testa per portare a termine la fase di studio. Successivamente la NASA sceglierà alcuni tra i progetti migliori, che andranno ad affrontare la seconda ed ultima fase.
La strumentazione dovrà essere in grado di far fronte a tre obiettivi: la ricerca di forme di vita, la valutazione dell’abitabilità della luna  e la caratterizzazione delle proprietà superficiali. A inizio 2016, la NASA ha avviato un report condotto dallo Science Dafinition Team  per valutare il design scientifico e ingegneristico del lander. Indagini di questo tipo, vengono solitamente avviate dall’agenzia anche prima di aver ricevuto il via libera per la missione: si tratta di un procedimento che aiuta a valutare la fattibilità e il valore scientifico del progetto.

Il team che si occupa del lander di Europa, ha iniziato a lavorare quasi un anno fa e ha presentato una relazione  alla NASA lo scorso 7 febbraio. Il lander di Europa dovrebbe seguire il lancio  – previsto intorno al 2020 –   della missione Europa Clipper, in fase di progettazione preliminare. Clipper arriverà nel sistema di Giove dopo diversi anni di viaggio con il compito di sorvolare Giove ogni due settimane. In seguito, la sonda dovrebbe realizzare immagini in HD della superficie di Europa, indagandone la composizione e la struttura interna.