Start up e sviluppo: nasce asse tra Campania e Cile, “accordi per ingegneria antisismica”

Gli architetti e gli ingegneri di Napoli e altri esponenti delle professioni tecniche hanno incontrato oggi a Città della Scienza Start Up del Chile

Gli architetti e gli ingegneri di Napoli e altri esponenti delle professioni tecniche – si rende noto – hanno incontrato oggi a Città della Scienza Start Up del Chile, organismo lanciato nel 2010 come iniziativa del governo cileno per innovare la cultura della nazione verso l’imprenditoria e posizionare il Cile come il fulcro dell’innovazione per l’America Latina. Presenti all’incontro l’Ordine degli architetti di Napoli e Provincia, presieduto da Pio Crispino, il Consolato Onorario del Cile a Napoli e Campania, retto dall’architetto e ingegnere Maurizio Di Stefano e la Regione Campania. Presenti anche gli ingegneri Luigi Vinci, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli, e Attilio Montefusco, in rappresentanza del Consorzio Promos Ricerche, e Mariano Bruno, segretario generale del Corpo consolare.

Gli architetti napoletani hanno ospitato la delegazione di Stato del Cile costituita dal vice Ambasciatore Rodrigo Olsen, il Secondo Segretario Rodrigo Waghorn, il Console Onorario del Cile a Napoli e Campania, Maurizio Di Stefano e la rappresentante delle organizzazioni cilene Sofia del Sante Community & Networks Director , insieme con Valeria Fascione, assessore all’Internazionalizzazione, Start Up e Innovazione della Regione Campania ed Edoardo Cosenza, Presidente dell’ incubatore Campania NewSteel.

“Abbiamo messo a confronto – spiega il console Maurizio Di Stefano – le esperienze e le opportunità connesse alle Start Up in Cile e in Campania. Da questo incontro potranno scaturire interessanti opportunita’ di sviluppo, mediante la firma di accordi bilaterali, in settori tecnologicamente molto avanzati, per esempio nel settore dell’ingegneria sismica e della tecnologia delle costruzioni antisismiche, mettendo a sistema le esperienze maturate nei due Paesi”. “E’ l’occasione – aggiunge Luigi Vinci, presidente degli ingegneri – per offrire nuove opportunità di crescita professionale ai nostri giovani colleghi. L’innovazione è nel nostro Dna: il consiglio nazionale promuove per esempio Scintille, concorso che premia idee e progetti innovativi”. “Come Ordine – ricorda il presidente degli architetti Pio Crispino – seguiamo con molto interesse l’evoluzione del modello organizzativo professionale, di cui le start up sono uno snodo fondamentale”. Lo scopo di Start-Up Chile è velocizzare l’espansione tecnologica in modo che abbia un impatto duraturo all’interno dell’ecosistema latino americano. Attualmente Start-Up Chile è realtà leader in America Latina in questo campo, tra le prime 10 a livello mondiale e ha la comunità più diversificata e ampia di tutto il mondo. Dopo la sua creazione, circa 50 paesi hanno creato programmi simili.