Studente beve tre energy drink e muore: ecco cos’è successo

Studente sedicenne beve tre energy drink nell'arco di poche ore e muore

Un eccesso di caffeina ha causato la morte di uno studente di 16 anni. Il ragazzo,  Davis Allen Cripe, è deceduto dopo aver bevuto tre energy drink nell’arco di due ore.

Gary Watts, medico legale, ha spiegato che il sedicenne ha accusato un’aritmia dopo aver assunto tre bevande a base di caffeina nell’arco di troppo poco tempo.

Un caffè-latte acquistato al Mc Donald’s, una confezione grande di Diet Mountain Dew, bevanda gassata con alta concentrazione di caffeina, e una bevanda energetica, hanno portato alla morte il giovane ragazzo.

Come spiegato dall’esperto, l’ aritmia è un’anomalia nel battito cardiaco che può impedire al cuore di pompare abbastanza sangue al corpo, con conseguenze gravi che si riversano sul cervello, sul cuore stesso e sugli altri organi.

Dall’autopsia non sono emersi problemi cardiaci precedenti: “Questa non è un’overdose, abbiamo perso Davis per una sostanza del tutto legale”, ha spiegato il medico Watts, “il nostro obiettivo è di far sapere alla gente, soprattutto ai nostri ragazzi che vanno a scuola, che queste bevande possono essere pericolose, e di stare molto attenti a quante ne assumono nell’arco della giornata. Bisogna stare attenti al loro consumo esattamente come si fa con alcol o sigarette”.