Terremoto: a Norcia 220 case agibili, i proprietari rientrano

Sono circa 220 gli edifici ritenuti 'agibili' a Norcia in seguito ai sopralluoghi richiesti dai proprietari e la compilatura delle schede Aedes

Sono circa 220 gli edifici ritenuti ‘agibili’ a Norcia in seguito ai sopralluoghi richiesti dai proprietari e la compilatura delle schede Aedes: lo riporta il Comune nursino sul proprio portale web alla voce “albo pretorio on line”, dove ha pubblicato l’ordinanza e un primo elenco completo degli immobili classificati con la lettera ‘A’ che sta a indicare l’accertata agibilità. In tal modo i proprietari di questi alloggi non potranno più godere del contributo di autonoma sistemazione e della sistemazione negli alberghi: come recita il punto 3 dell’ordinanza comunale, “avranno cinque giorni di tempo per organizzare il rientro nelle proprie abitazioni agibili”. Nel frattempo continuano i sopralluoghi per la verifica di altri immobili. Continuano anche i lavori per la realizzazione delle Sae (Soluzione abitative di emergenza), le cosiddette ‘casette’: finora, a Norcia, ne sono state consegnate un centinaio. Entro l’estate, hanno ripetuto più volte il sindaco, Nicola Alemanno, e la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, saranno consegnate tutte le altre, per un totale di circa 500 alloggi temporanei.